Tuta, trench e pvc: a primavera ci vestiremo così  

Scritto da il 13 marzo 2018

Tuta, trench e pvc: a primavera ci vestiremo così

Alcune delle proposte per la primavera-estate 2018. Da sinistra Valentino, Missoni e Chanel (Afp)

Pubblicato il: 14/03/2018 16:26

Fiori e trench, la tuta e le paillettes. E poi ancora, piume svolazzanti e il cappello di paglia. Ma anche pennellate di bianco e rosa e un tocco di pizzo macramé. E ancora, il trench evergreen, le stampe a fiori e gli occhiali da gatta. Per la primavera-estate 2018 la moda torna protagonista, rivisitando grandi classici con mise sopra le righe. Tra le proposte in passerella non mancano i pezzi forti della bella stagione come il body, l’abito lungo e le stampe acquerello. Il come back più atteso? Sicuramente il pvc, che ipoteca stivali, sandali e minibag. Ma anche fiori e abiti lunghi non sono da meno. Ecco cosa andrà di moda questa stagione:

PIUME – Svolazzano su orli, cuciture e colli, arrampicandosi anche su borsette e stivali. Il minimo comun denominatore delle passerelle estive sono le piume. A volte ne basta un tocco per sublimare un look già audace, come da Maison Margiela e Ferragamo, dove leggerissime e soffici, spuntano da longdress e capispalla. Portate all over, invece, hanno il sapore vagamente couture, come nei total look di Nina Ricci, Alberta Ferretti, Saint Laurent e Moschino.

ACQUERELLI – Spalmate addosso come fossero dipinti, le stampe acquerello conquistano per la loro eleganza e semplicità. Classiche, declinate in tinte pastello su fondo bianco, come quelle di Armani, si indossano da mattina a sera.

PAILLETTES MON AMOUR – Più prepotenti che mai, anche le paillettes tornano a dettare tendenza in passerella, guadagnando un posto d’onore anche nel daywear. D’oro e d’argento, come vuole la tradizione. Ma anche nere, bianche e colorate. Via libera ai dischetti colorati, eletti subito a nuova icona delle passerelle internazionali. Da Versace a Marc Jacobs, passando per Tom Ford, Bottega Veneta e Dolce e Gabbana, la parola d’ordine è brillare.

PVC – Life in plastic is fantastic! cantavano gli Aqua. E non è solo il ritornello dell’hit anni ’90, ma anche il motto per gli accessori di primavera. Dagli orecchini lampadario di Balenciaga alle cuissardes di Chanel, fino alle borsette di Valentino o ai tronchetti firmati Louboutin, il pvc torna a fare il buono e il cattivo tempo in passerella, guadagnando un posto d’eccezione tra le tendenze della bella stagione.

IL CAPPELLO DI PAGLIA XL – Jacquemus lo ha sublimato. Missoni lo ha reso chic. Chi pensa che il sombrero o il cappello di paglia vadano bene solo ad Acapulco dovrà presto ricredersi. Prendete quelli di Missoni per la primavera estate 2018. Tesa larghissima e lunghissima, estremamente sofisticati, vanno bene in spiaggia così come sull’asfalto rovente della città. Delinati in paglia e in nero sono il capo chiave da indossare da maggio fino a settembre.

FLOWER POWER – Romantici e immancabili nel guardaroba estivo, i fiori conquistano un posto d’eccezione tra le tendenze estive. Spalmati su abiti, accessori e calzature, impreziosiscono qualsiasi look. Da non perdere quelli di Blumarine, Max Mara. Chi ama strafare invece, può optare per la donna-fiore di Moschino. Impossibile passare inosservate con l’abito bouquet.

IL BODY – Alzi la mano chi non ha ancora comprato un body, magari slim, dalla linea più avvitata, o da legare al collo, lasciando scoperte schiena e spalle. Anche quest’anno il body è il migliore alleato per sedurre con stile. E’ il pezzo giusto se cercate un capo che non passi mai di moda, e da sfruttare davvero con tutto – dal jeans, alla gonna, al panta palazzo.

TUTA, CHE PASSIONE – Elegantissima e pratica, impossibile non cedere alla una tuta pantalone, o jumpsuit come la chiamano gli addetti ai lavori. Un capo senza tempo, molto amato da Melania Trump e tra i pezzi chiave del guardaroba estivo. Chi non l’ha ancora acquistata, soprattutto nella palette pastello o stampata è ancora in tempo. Coloratissime quelle di Missoni, preziose e più adatte al nightwear quelle di Versace o Alberta Ferretti.

L’ABITO LUNGO – Basta lunghezze inguinali e cosce a vista. L’abito di stagione si porta rigorosamente alla caviglia. Meglio ancora se sfiora terra. Da Ferragamo a Blumarine, passando per Valentino e Dior, è lui quello più gettonato in pedana.

TRENCH E ANTIPIOGGIA – Archiviato il classico impermeabile in gabardine, il trench si rifà il look. Preziosi quelli semi couture di Maison Margiela e Alexander McQueen, leziosi quelli di sfrangiati by Loewe. Benvenuto anche al raincoat in pvc o quello leggerissimo in tessuto tecnico. Da Alberta Ferretti a Valentino, passando per Isabel Marant, il capo più gettonato per resistere sotto la pioggia si porta così.

OCCHIALI CAT-EYE – Occhi da gatta per ripararsi dal sole. Vagamente vintage, nere, tartarugate e allungate: sono loro le lenti più chic di stagione. Viste in pedana da Rochas, Louis Vuitton e Maison Margiela.


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background