I malumori di Silvio  

Scritto da il 14 marzo 2018

I malumori di Forza Italia

(FOTOGRAMMA)

Pubblicato il: 15/03/2018 07:13

L’accelerazione della trattativa sulle presidenze di Camera e Senato impressa da M5S e Lega manda in fibrillazione Forza Italia. Silvio Berlusconi è determinato a giocarsi la sua partita fino in fondo, soprattutto a palazzo Madama dove alla fine, scommette, gli azzurri avranno un gruppo più numeroso di quello della Lega, grazie al ‘soccorso’ dei centristi della ‘quarta gamba’. E se Luigi Di Maio mette in chiaro nella telefonata con Matteo Salvini che al Movimento 5 stelle spetta la presidenza di Montecitorio, Forza Italia non ci sta a dare per scontato che a palazzo Madama arrivi un leghista.

In ambienti azzurri si mette in chiaro che ”non c’è nessun mandato a Salvini per trattare sulle Presidenze in nome di tutta la coalizione” e “se si innesca un meccanismo di incontri, ci siamo anche noi”.

TRATTATIVE – ”Ognuno tratta per se in questa fase delicata e di grande incertezza politica”, fanno sapere dalle parti di palazzo Grazioli, lasciando intendere che gli emissari azzurri avrebbero avviato contatti in piena autonomia con gli altri partiti, compreso M5S.

I NOMI – Per il Cav il candidato naturale alla Camera Alta resta Paolo Romani, mentre per la Lega continua a farsi il nome del ‘veterano’ Roberto Calderoli, vicepresidente uscente. L’ex premier tiene il punto sulla presidenza del Senato, così come insiste sulla necessità di tenere aperto un confronto con il Pd per la formazione del nuovo governo, nonostante il veto di Lega e Fdi.

CONVERGENZE – Tra le file azzurre è forte il sospetto che le trattative tra Di Maio e Salvini siano ad uno stato avanzato e le ‘convergenze parallele’ tra i due non si limitino soltanto alle presidenze delle Camera ma potrebbero trasformarsi in un’alleanza di governo.


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background