Musica: Ruggeri, io e i Decibel? Sul palco facciamo musica vera  

Scritto da il 14 marzo 2018

Roma, 15 mar. (Adnkronos) – “Un concerto vero, non una pantomima nella quale tutti fanno finta di suonare. E questo vuol dire una sorpresa ogni sera, che sorprende anche noi perché è suonata sul momento, senza campionature e senza niente di virtuale, come nella musica attuale spesso succede”. E’ quanto assicurano Enrico Ruggeri e Silvio Capeccia dei Decibel a quanti andranno a sentire i loro live, che partiranno il 6 aprile. Ospiti stamane di ‘Adnkronos Live’ (il terzo elemento della band, Fulvio Muzio, è medico ed era impegnato in ospedale, ndr), i due musicisti hanno parlato del nuovo progetto musicale, ‘L’Anticristo’ (“Non è un discorso religioso, noi identifichiamo nell’anticristo un gruppo di persone che stanno al di sopra dei governi nazionali e decidono tutto”, spiegano).

E a tal proposito, la band dice la sua sull’attuale situazione italiana: “L’Italia non ce la farà, gli italiani sì – dice Enrico Ruggeri – perché noi in qualche modo abbiamo passato guerre, dittature, crisi, e in qualche modo ce la faremo perché siamo un popolo che si arrangia, che si salva. Per il resto ognuno difende quello che può, in modo un po’ cialtrone: siamo diventati una nazione un po’ cialtrona”.

L’album doppio, che comprende il brano presentato a Sanremo, ‘Lettera dal Duca’, e sarà caratterizzato da sonorità rock tutta rigorosamente suonata dal vivo, si trova in commercio in una duplice versione, CD e vinile. “Noi siamo nati col contatto fisico col disco”, dicono spiegando come questo sia un modo per celebrare il ritorno del vinile. Il tour della band partirà da una serata ‘zero’ il 6 aprile ad Aprilia e toccherà varie città italiane, che approderà a Roma il 15 maggio all’Auditorium Parco della Musica.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background