Mare: al via Missione Blue Tech, Usa-Italia a confronto su nuove tecnologie  

Scritto da il 18 marzo 2018

Mare, al via Missione Blue Tech

Pubblicato il: 19/03/2018 18:04

Sondare forme di collaborazione nel campo delle nuove tecnologie marine. Questo l’obiettivo dei 150 incontri bilaterali tra imprese e ricercatori italiani del settore dell’economia del mare e una delegazione di aziende statunitensi (che fanno capo a due importanti cluster: Maritime Alliance e Mist) che si sono svolti oggi a Roma nell’ambito della missione commerciale statunitense Blue Tech, in programma presso il centro Insean del Cnr.

La missione è organizzata da Cnr, Confcommercio e Unioncamere Lazio, membri di Enterprise Europe Network (Een), la rete europea di supporto alle Pmi, con l’Ambasciata Americana – Dipartimento del Commercio e il Cluster Tecnologico Nazionale Blue Italian Growth (Big).

In particolare le aziende statunitensi sono interessate a possibili collaborazioni con imprese e ricercatori italiani in diversi settori tra cui imbarcazioni e servizi di supporto alla navigazione, soluzioni green per pulizia delle coste, monitoraggio ambientale, attrezzature marine e servizi, soluzioni integrate per sicurezza marina e portuale.

“E’ importante rafforzare la cooperazione con partner strategici come gli Stati Uniti nelle principali linee di sviluppo individuate in questo ambito quali: ambiente marino e fascia costiera, biotecnologie blu, energie rinnovabili dal mare, risorse abiotiche e biotiche marine, cantieristica e robotica marina come pure nelle tre tematiche trasversali skills&jobs, infrastrutture di ricerca, sostenibilità e usi economici del mare”, sottolinea Emilio Fortunato Campana, direttore del Dipartimento Ingegneria, Ict e Tecnologie per l’Energia e i Trasporti (Diiet) del Cnr.

Nella cosiddetta ‘Blue Growth’ rientrano la cantieristica, il settore ricerca, regolamentazione e tutela ambientale e l’industria delle estrazioni marine, per un totale nel nostro Paese di circa 35mila aziende con 265mila occupati e circa 17 miliardi di euro di valore aggiunto.

Si tratta per l’Italia di un’area con una rilevante connotazione tecnologica che trova conferma in una significativa attività di ricerca, con oltre 10mila pubblicazioni scientifiche e un portafoglio brevetti che ha le potenzialità per competere con i maggiori partner sia a livello europeo che globale.

Fondamentale il sostegno a Pmi e ricercatori in termini di innovazione e internazionalizzazione. E in questo settore si realizza l’attività di accompagnamento offerta da Een, rete di supporto a Piccole e medie imprese, istituita dalla Commissione europea e operante in oltre 60 Paesi attraverso più di 600 membri locali.

“Enterprise Europe Network si pone rispetto ai Cluster del BlueTech come elemento di facilitazione e supporto per le Pmi e le strutture di ricerca in termini di servizi per l’internazionalizzazione nel settore specifico”, ricorda Nicola Fantini del Cnr, uno dei 56 punti di contatto della rete in Italia.

“Grazie ai servizi integrati e puntuali offerti della rete Een, erogati attraverso il punto di contatto Spin di Rende operante sul territorio regionale – spiega Francesco Longo, amministratore delegato della Cal-Tek Srl di Rende che offre soluzioni innovative in tema di simulazione, realtà virtuale e aumentata per i settori industria e logistica – oltre a partecipare a un bando di ricerca proprio nel campo marittimo nell’ambito di Horizon2020 tramite un consorzio internazionale, stiamo concludendo un accordo di collaborazione tecnologica con una azienda spagnola e continuiamo proporre le nostre soluzioni innovative sul mercato globale”.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background