Uim apre academy in Cina, motonautica come il calcio  

Scritto da il 18 marzo 2018

Uim apre academy in Cina, motonautica come il calcio

Pubblicato il: 19/03/2018 14:23

“Grazie alla visita fatta dal presidente Chiulli dell’anno scorso, abbiamo tracciato una base per l’academy della Uim in Cina. Questa mattina abbiamo ricevuto conferma dal comune di Xiamen per mettere insieme l’headquarters della Uim Asia e Pacifico e l’Academy. Da qui partirà qualcosa di molto importante storica. Da qui si può aprire una nuova pagina per lo sviluppo della motonautica in Asia”. Lo ha detto Lu Shan, presidente Uim AsiaPacific Headquarters e Uim Marine sport Academy a Montecarlo in occasione degli Uim Awards.

Dopo il calcio la Cina punta sulla motonautica per lo sviluppo dello sport e non solo, con l’Italia come punto di riferimento. “La motonautica può fare un po’ il percorso del calcio in Cina. L’Italia nella mentalità cinese nella cultura e nello sport ha una immagine di top level”, ha aggiunto Lu Shan. “Per questo territorio è qualcosa ancora da scoprire. Per quanto riguarda l’academy si punterà su sicurezza, motore e design dove Uim è al top al mondo e collaborando con università cinesi e altre strutture in Asia può avere una grande funzione per sviluppare questo settore. Noi prevediamo una volta a regime di avere 4000 studenti”.

“Siamo molto orgogliosi di questa cooperazione, abbiamo visto la serietà e la affidabilità dei nostri interlocutori. Sono stato nella città di Xiamen, ho parlato con le istituzioni e siamo andati a trovare delle sinergie con la facoltà di ingegneria navale e vogliamo creare un centro non solo per i piloti del futuro ma anche i tecnici, gli ingegneri, gli ufficiali, tutti quelli che hanno a che fare con nautica e motonautica e per proporre la Xcat ai massimi livelli”, ha sottolineato il presidente della Uim, Raffaele Chiulli.

“Noi crediamo molto in questo progetto convinti che possa portare grandi sinergie e possa essere punto di riferimento per le nazioni che gravitano in Asia e nella zona del Pacifico”. La Uim punta molto sulla XCat è già da quest’anno si sta organizzando anche per una Xcat elettrica.

“È una disciplina straordinaria, perché si è arrivati alla classe di punta dell’off shore dopo anni di studi. I livelli di sicurezza oggi non come quelli di 10 anni fa. Sono stati quindi minimizzati i rischi, la sicurezza è al massimo e la logistica è stata sviluppata al massimo livello, oggi è uno sport alla portata di tutti grazie alle nuove concezioni logistiche, con gare che saranno a impatto zero”, ha concluso Chiulli.


Continua a leggere

Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background