Casaleggio: “Partiti moribondi”  

Scritto da il 19 marzo 2018

Casaleggio: Partiti moribondi

Davide Casaleggio (Fotogramma)

Pubblicato il: 20/03/2018 16:36

Il M5S è “un vento inarrestabile“. Davide Casaleggio in un lungo intervento sul Washington Post, rilanciato dal blog delle Stelle, si dice sicuro che il Movimento continuerà a crescere “perché appartiene al futuro”. “I cittadini – aggiunge – chiedono una vera democrazia, esprimono direttamente la loro voce e non sono più ostacolati dall’establishment”.

“Il MoVimento 5 Stelle, fondato nel 2009 – scrive il presidente dell’associazione Rousseau – ha raggiunto un successo storico tra le democrazie occidentali grazie all’utilizzo di Internet. Il MoVimento è oggi la prima grande compagine politica digitale al mondo. È nato e cresciuto in Rete, sostenuto esclusivamente dalle donazioni dei comuni cittadini. I suoi obiettivi sono definiti dai cittadini, non dai vecchi partiti moribondi, con la missione di porre fine alla corruzione, combattere l’evasione fiscale, ridurre le tasse, proteggere l’ambiente, migliorare l’istruzione e accelerare l’innovazione”.

Per Casaleggio, “la nostra esperienza è la prova di come la Rete abbia reso obsoleti e diseconomici i partiti e più in generale i precedenti modelli organizzativi”. Dopo essersi soffermato sulla piattaforma Rousseau, “che ha permesso il successo del MoVimento 5 Stelle”, e che “consente ai cittadini di partecipare alla vita politica, il figlio del cofondatore del M5S rivendica come “la democrazia diretta, resa possibile dalla Rete”, abbia “dato una nuova centralità del cittadino nella società. Le organizzazioni politiche e sociali attuali saranno destrutturate, alcune sono destinate a scomparire. La democrazia rappresentativa, quella per delega, sta perdendo via via significato. E ciò – conclude – è possibile grazie alla Rete”.


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background