Facebook potrebbe inquinare le prove 

Scritto da il 19 marzo 2018

Facebook potrebbe inquinare le prove

(AFP PHOTO)

Pubblicato il: 20/03/2018 15:24

L’Information Commissioner’s Office (Ico), authority britannica per la protezione dei dati, ha fatto richiesta urgente per ottenere dal tribunale un mandato di perquisizione per il quartier generale londinese di Cambridge Analytica. Secondo quanto riporta il ‘Guardian’, la commissaria Elizabeth Denham ha anche chiesto che Facebook interrompa immediatamente l’audit dei dati, ritenendo che possa compromettere l’indagine sulla società di consulenza elettorale.

Un portavoce dell’Ico ha riferito che la commissione ha chiesto l’autorizzazione per esaminare la documentazione e i dati presenti all’interno degli uffici londinesi della società al centro dello scandalo del furto di dati personali a scopi elettorali. Cambridge Analytica, ha spiegato il portavoce dell’Ico, “non ha risposto” alle richieste di chiarimento dell’authority entro i tempi previsti e per questo l”Information Commissioner’s Office ha deciso di chiedere il mandato di perquisizione.

Il portavoce ha anche riferito che Facebook ha acconsentito ad interrompere la propria analisi dei dati di Cambridge Analytica, avviata dopo che è emerso che la società ha avuto l’accesso non autorizzato a decine di milioni di profili di utenti del social network. Per il presidente della commissione Cultura dei Comuni, Damian Collins, è “sorprendente” che gli investigatori di Facebook abbiano avuto accesso agli uffici di Cambridge Analytica prima delle autorità, denunciando il possibile inquinamento di elementi utili all’indagine.


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background