McDonald’s dichiara guerra alle emissioni  

Scritto da il 19 marzo 2018

McDonald's dichiara guerra alle emissioni

Pubblicato il: 20/03/2018 16:33

Ridurre entro il 2030 le emissioni di gas serra della rete di ristoranti e degli uffici del 36% e le emissioni del 31% lungo tutta la supply chain, rispetto al 2015. Il doppio obiettivo, annunciato oggi da McDonald’s, è stato approvato dal Science Based Targets initiative (SBTi), una collaborazione tra l’Istituto Mondiale di Ricerca, Wwf, Cdp (Carbon Disclosure Project) e il Patto Globale delle Nazioni Unite, che aiuta le aziende a determinare di quanto tagliare le emissioni, proporzionalmente alle loro dimensioni.

Attraverso queste iniziative, McDonald’s intende ridurre di 150 milioni di tonnellate le sue emissioni di gas serra in atmosfera entro il 2030. Questo equivarrebbe a ritirare 32 milioni di autovetture dalla strada per un intero anno, o a piantare 3,8 miliardi di alberi e coltivarli per dieci anni. Questi obiettivi permetteranno a McDonald’s di crescere senza aumentare le emissioni e ne fanno la prima catena di ristoranti a definire un obiettivo sulle emissioni di gas serra su basi scientifiche.

“Per raggiungere questi obiettivi – spiega Steve Easterbrook, presidente e Ceo di McDonald’s – lavoreremo con i nostri fornitori per un approvvigionamento responsabile, promuoveremo le fonti rinnovabili e un uso più efficiente dell’energia, ridurremo i rifiuti e implementeremo il riciclaggio”.

Per raggiungere l’obiettivo, quindi, McDonald’s lavorerà lungo tutta la sua supply chain, gli uffici e i ristoranti introducendo miglioramenti innovativi come luci al Led, strumenti ad alta efficienza nelle cucine, packaging riciclato o certificato, raccolta differenziata nei ristoranti, e supportando pratiche agricole sostenibili.

Collaborando con migliaia di licenziatari, fornitori e produttori, McDonald’s lavorerà in maniera prioritaria sui segmenti maggiormente responsabili del suo carbon footprint: produzione di carne bovina, utilizzo di energia nei ristoranti e relative fonti, imballaggio e produzione di rifiuti. Questi ambiti sommati tra loro rappresentano circa il 64% delle emissioni globali di McDonald’s.

“L’impatto di McDonald’s è su scala globale e questo annuncio è particolarmente importante perché impegna una delle aziende più grandi del mondo a ridurre scientificamente, lungo tutta la sua catena e in maniera significativa le proprie emissioni”, spiega Carter Roberts, presidente e Ceo di Wwf Usa.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background