Partita a scacchi  

Scritto da il 22 marzo 2018

Partita a scacchi

Silvio Berlusconi e Matteo Salvini (FOTOGRAMMA)

Pubblicato il: 23/03/2018 15:35

La Lega non vuole rompere l’alleanza con il centrodestra. E per togliere ogni sospetto a Forza Italia di inciuci con i grillini, alla fine si schiera con Silvio Berlusconi, che chiede a Luigi Di Maio di sedersi anche lui al tavolo delle trattative sulle presidenze delle Camere. E’ Matteo Salvini a spendersi in prima persona accogliendo la reiterata richiesta del partito azzurro di ”dare un segnale concreto di lealtà”: ”I cinque stelle sbagliano a non parlare con Berlusconi”.

Salvini poi sottolinea come sia un errore porre veti “ma sbaglia anche chi si arrocca su un solo nome. Ognuno di noi deve parlare con tutti e mettersi di lato di qualche centimetro. Noi della Lega ci siamo messi di lato di un chilometro…” dice il leader del Carroccio lasciando il Senato.

PASSO INDIETRO – Le parole del ‘Capitano’ vengono lette come un ramoscello di ulivo e un cambio di rotta, un segnale chiaro a riprendere le trattative. Ma cosa è cambiato rispetto a prima? Fonti leghiste fanno sapere che se il Cav dovesse fare un passo indietro e cambiare cavallo in corsa, proponendo un altro candidato al posto di Paolo Romani per la presidenza del Senato, si riaprirebbero i giochi. ”Siamo leali, lealissimi…” dice all’AdnKronos Giancarlo Giorgetti, numero due di via Bellerio, assicurando che il Carroccio non tradirà l’alleanza con Berlusconi e Giorgia Meloni.

SENATO – ”Spetta a Forza Italia esprimere a nome di tutta la coalizione il presidente del Senato, ma se il nome fosse più gradito di quello attuale…” confida un big leghista che sta seguendo da vicino le trattative per i vertici del Parlamento e la formazione del nuovo governo. Quanto alla partita per il più alto scranno di Montecitorio, Salvini non avrebbe cambiato idea: spetterebbe ai cinque stelle. La Lega, infatti, riferiscono fonti del Carroccio, “non è interessato alla presidenza della Camera con Giorgetti”.

ROMANI – A stretto giro, si legge in una nota dell’ufficio stampa azzurro, la risposta di Forza Italia: “In base agli accordi assunti tra i leader del centrodestra e confermati da ultimo ieri sera nella riunione dei capigruppo, il presidente Berlusconi e Forza Italia alla terza votazione al Senato confermano l’indicazione di voto del Senatore Paolo Romani come candidato della coalizione di centrodestra”.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background