Le prime proposte di legge  

Scritto da il 24 marzo 2018

Le prime proposte di legge

La Camera dei deputati (FOTOGRAMMA)

Pubblicato il: 25/03/2018 14:27

Sono finora 540 le proposte di legge già presentate tra Camera e Senato: 377 a Montecitorio e 163 a palazzo Madama. Qui a battere tutti sul tempo – come avvenne anche nella passata legislatura (quando presentò un ddl anticorruzione) – è stato l’ex presidente Pietro Grasso, che ha depositato un testo che chiede l’istituzione della commissione parlamentare Antimafia, che va sempre insediata previa approvazione di una legge specifica.

Alla Camera conquista invece la pole position Michela Brambilla, che, confermando la sua passione e sensibilità per gli animali, propone, tra l’altro, norme per disciplinare l’affido degli animali di affezione in caso di separazione dei coniugi e di morte del proprietario o detentore, nonché l’abolizione del servizio di piazza con veicoli a trazione animale, come ad esempio le ‘botticelle’ che transitano con i turisti nelle vie di Roma.

Tornando alle commissioni di inchiesta, a Montecitorio Chiara Braga del Pd propone l’istituzione di quella sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti, di cui fu presidente nella parte conclusiva della precedente legislatura.

L’ex presidente della Camera, Laura Boldrini, torna invece alla carica sul tema dello ius soli, presentando un testo per nuove norme sulla cittadinanza. Stessa iniziativa al Senato da parte di Grasso e dei colleghi di Leu Loredana De Petris, Vasco Errani e Francesco Laforgia.

Fucsia Fitzgerald Nissoli, eletta a Montecitorio nelle file del centrodestra dagli italiani all’estero, vuole invece garantire il riacquisto della cittadinanza da parte dei soggetti nati in Italia, che l’hanno perduta a seguito di espatrio.

Non manca chi, come Edmondo Cirielli di Fratelli d’Italia, pensa di intervenire sulla Costituzione per abolire le attuali Regioni e Province e istituire 36 nuove Regioni. E sempre Cirielli vorrebbe una commissione parlamentare di inchiesta sulla condotta delle autorità nazionali nella vicenda relativa ai fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.

Dopo la vicenda di Cambridge Analytica, non può mancare chi, come Deborah Bergamini di Forza Italia, una commissione parlamentare di inchiesta la chiede sull’utilizzo dei big data, su eventuali violazioni della disciplina per la protezione dei dati personali, nonché sulla manipolazione di dati conservati su piattaforme informatiche o comunque su supporto tecnologico e dei servizi telematici per la realizzazione di reti sociali virtuali.

Di riforme istituzionali si occupa il costituzionalista del Pd, eletto alla Camera, Stefano Ceccanti, che propone l’elezione diretta del Presidente della Repubblica.

I senatori del Trentino Alto Adige Dieter Steger, Juliane Unterberger e Meinhard propongono invece un referendum di indirizzo per l’autorizzazione alla ratifica dei trattati che comportino un’ulteriore estensione dell’Unione europea. Gli stessi esponenti vorrebbero il distacco dei comuni di Cortina d’Ampezzo, Livinallongo del Col di Lana e Colle Santa Lucia dalla regione Veneto e la loro aggregazione al Trentino-Alto Adige.

In linea con gli impegni della campagna elettorale, i senatori di Leu Grasso, De Petris, Errani e Laforgia chiedono di reintrodurre le norme contro i licenziamenti illegittimi. Infine i senatori dell’Udc Antonio De Poli e Paola Binetti propongono l’istituzione della Giornata nazionale della famiglia.


Continua a leggere

Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background