Europa verso low-carbon  

Scritto da il 4 aprile 2018

Europa verso low-carbon

(Fotolia)

Pubblicato il: 05/04/2018 13:16

“La transizione dell’Europa verso una società low-carbon sta diventando realtà. Complessivamente tra il 1990 e il 2016 il Pil combinato dell’Ue è cresciuto del 53%, mentre le emissioni totali sono scese del 23%. Anche crescita economica e consumo di energia si sono disaccoppiati: nel 2015, l’Ue consumava il 2,5% in meno di energia primaria rispetto a quanto facesse nel 1990, mentre, come detto, il Pil è cresciuto del 53%”. Così Kaisa Itkonen, portavoce Commissario Ue per Clima ed Energia nel suo intervento nell’ultimo numero di Elementi, house organ del gruppo Gestore dei Servizi Energetici, visibile sul sito www.gse.it.

Per Itkonen, “oggi le bioenergie da legno e sottoprodotti e residui dell’agricoltura rappresentano la principale fonte di energia rinnovabile (il 60% dei consumi Ue di energia rinnovabile), ma la loro quota scenderà, intorno al 50% al 2030, a causa della crescita di altre rinnovabili come eolico e solare. Ci si aspetta che nel 2030 circa il 50% della generazione elettrica arrivi da fonti rinnovabili, eolico e solare. La quota di generazione elettrica rinnovabile dovrebbe raggiungere il 70% al 2050, con il vento e il sole rispettivamente al 40% e al 14%”.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background