Infortuni, il mese ‘nero’ per il lavoro  

Scritto da il 4 aprile 2018

Infortuni, il mese 'nero' per il lavoro

Pubblicato il: 05/04/2018 12:05

Un mese ‘nero’ per gli infortuni sul lavoro. Stamattina l’ultima tragedia a Crotone, dove due operai sono morti e un terzo è rimasto gravemente ferito nel crollo di un muro in un cantiere edile.

Ecco alcuni dei precedenti:

3 aprile – A Marghera un operaio di 55 anni, Mauro Morassi, di Zuglio (Udine), muore schiacciato da un mezzo pesante in manovra in un cantiere di via Righi, dove si stanno effettuando lavori di asfaltatura.

1 aprile – Due operai muoiono nell’esplosione verificatasi in un’azienda di mangimi, la Ecb company, a Treviglio, nel Bergamasco, nel giorno di Pasqua. Le vittime sono Giambattista Gatti, 51 anni, di Treviglio, e Giuseppe Legnani, 57, di Casirate d’Adda, entrambi padri di due figli.

29 marzo – Un operaio 52enne muore a San Godenzo (Firenze), dopo un volo di quattro metri: l’uomo stava lavorando con altri colleghi a un traliccio per la telefonia quando, per cause in corso di accertamento ha perso l’equilibrio ed è caduto rovinosamente a terra.

28 marzo – Due operai, Lorenzo Mazzoni, 25 anni, e Nunzio Viola, 52 anni, muoiono nello scoppio di un serbatoio all’interno del Deposito costiero Neri nel porto industriale di Livorno.

27 marzo – Un operaio di circa 50 anni, Valter Perna, di San Severo (Foggia), viene travolto e ucciso da un’auto pirata mentre lavora in un cantiere sulla A14, poco dopo il casello di San Lazzaro di Savena, nel Bolognese.

21 marzo – Muore qualche ora dopo il ricovero in ospedale Guido Tomatis, 59 anni, un operaio di Briaglia caduto nella tromba delle scale durante lavori di ristrutturazione in un palazzo nel pieno centro di Cuneo.

16 marzo – Marco Di Donato, 43 anni, di Avezzano (L’Aquila), operaio della Cartiera Burgo, muore in ospedale poche ore dopo essere rimasto schiacciato da un muletto all’interno dello stabilimento che produce carta patinata e cartoncino per imballaggi.

15 marzo – Un operaio di 48 anni muore a Graveglia, in Valfontanabuona, nell’entroterra della provincia di Genova. L’uomo, dipendente di un’officina meccanica, stava lavorando ad alcune manutenzioni su un camion per la raccolta dei rifiuti quando il cassone ribaltabile del mezzo ha ceduto improvvisamente, travolgendolo.

6 marzo – Al Camping ‘Isuledda’ di Cannigione, rinomata borgata marina in comune di Arzachena (Ss). Stefano Podda, 37enne di Villasor resta folgorato mentre manovra un mezzo meccanico che ha urtato inavvertitamente i cavi della media tensione del camping.


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background