Suicidio Roma al Camp Nou  

Scritto da il 4 aprile 2018

Suicidio Roma al Camp Nou

(Afp)

Pubblicato il: 05/04/2018 06:51

Il suicidio perfetto al Camp Nou. Il Barcellona batte la Roma 4-1 nell’andata dei quarti di finale di Champions League. Due autogol (De Rossi e Manolas) e uno svarione (Gonalons) condannano i giallorossi, che giocano una partita gagliarda, ma rimediano una sconfitta pesante. In più a spingere i blaugrana alla vittoria ci pensa anche l’arbitro che non concede, nel primo tempo, due rigori solari ai giallorossi: spinta di Semedo su Dzeko sullo 0 a 0 e fallo di Umtiti sui Pellegini sull’1 a 0. Il gol di Dzeko non basta. Troppo poco per sognare la semifinale.

Di Francesco deve rinunciare a Nainggolan e schiera Pellegrini a centrocampo e Florenzi sulla linea degli attaccanti con Bruno Peres terzino destro. Valverde opta per un classico 4-4-2 con Messi e Busquets, appena ristabilitisi dai rispettivi infortuni, dal primo minuto.

La Roma parte bene, pressa alto, e rischia solo su un paio di verticalizzazioni dei blaugrana. La differenza la fanno gli episodi. Al 38′ il Barcellona trova la rete del vantaggio grazie a una sfortunata autorete di De Rossi, che mette il pallone alle spalle di Alisson nel tentativo di anticipare Messi. Il primo tempo si chiude sull’1-0, ma la Roma è in partita. Soffre, ma tiene.

A inizio ripresa la grande chance: Perotti da buona posizione, di testa, non trova lo specchio della porta su un cross velenoso di Florenzi. Il gol giallorosso non arriva, ma il piglio è quello giusto. Al 54′ Roma ancora sfortunata: scambio tra Messi e Rakitic, palla in mezzo e carambola tra Umtiti, il palo e Manolas, che insacca alle spalle di Alisson. Un altro autogol. Una mazzata. La squadra di Di Francesco accusa il colpo. Passano appena cinque minuti e il Barcellona cala il tris: Messi serve Suarez, il pistolero tira e Alisson respinge sui piedi di Piqué che insacca a porta sguarnita.

All’80’ il sussulto giallorosso. La Roma riesce finalmente a trovare il gol con Dzeko: il bosniaco riceve da Perotti, difende il pallone e di sinistro batte Ter Stegen. Si riaccende la speranza. Per poco. A due minuti dal termine errore grossolano di Gonalons in area, che invece di spazzare tenta un controllo improbabile e serve un assist al bacio a Suarez che batte Alisson.

Il 4-1 finale non lascia molto spazio alle speranze giallorosse in vista del ritorno. Martedì prossimo all’Olimpico serve un’impresa. Forse un miracolo. Nell’altra sfida il Liverpool batte il Manchester City 3-0, con le reti di Salah, Oxlade-Chamberlain e Mane.


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background