Terrore e morte in Lombardia  

Scritto da il 4 aprile 2018

Terrore e morte in Lombardia

(Fotogramma)

Pubblicato il: 05/04/2018 09:21

Morte, vendetta e terrore scuotono la Lombardia. Ieri tra Brescia e Bergamo, a poche ore di distanza, si sono consumate due sparatorie, con il tragico bilancio di cinque vittime. Il primo conflitto a fuoco è avvenuto nel bresciano, dove Cosimo Balsamo, un 67enne pregiudicato, ha ucciso per vecchi rancori due ex soci, coimputati al processo per cui era stato condannato nel 2009 e poi si è suicidato.

La seconda sparatoria, invece, ha sconvolto Caravaggio, in provincia di Bergamo, dove una coppia è stata freddata all’interno della sala slot Gold Cherry. Al momento in manette è finito il fratello di lui, un 44enne pregiudicato fermato nella notte dai carabinieri del comando compagnia di Treviglio. Il movente del duplice omicidio potrebbe essere anche in questo caso un regolamento di conti. Ma gli inquirenti non escludono alcuna ipotesi.

RANCORI E VENDETTACosimo Balsamo, invece, che ha ucciso i due vecchi amici imprenditori nel bresciano è originario di Brindisi e faceva parte della banda dei tir che da 18 anni compiva furti nelle aziende di trasporto metalli nel Nord Italia. Per quell’accusa ha scontato la sua pena e si è visto sottrarre il suo patrimonio. Solo lo scorso gennaio, era salito su una tettoia del tribunale di Brescia per protestare contro il sequestro della sua abitazione.

GLI SPARI, POI IL SUICIDIO – Ieri per la mattanza aveva con sé due armi, una pistola e un fucile, molto probabilmente detenuti illegalmente. Il killer ha compiuto due omicidi prima di suicidarsi. Il primo omicidio è avvenuto all’interno della Sga di Flero, azienda che si occupa di commercio di veicoli industriali. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo ha varcato l’ingresso di un capannone, ha urlato “Mi hai rovinato” e ha sparato più colpi contro un 78enne Elio Pellizzari. Il secondo omicidio ha visto vittima un secondo imprenditore, James Nolli di Vobarno, sempre nel bresciano. Ferito Giampiero Alberti, il 75enne.

FAR WEST IN SALA GIOCHI – Quattro colpi di pistola hanno invece freddato rapidamente un uomo e una donna a Caravaggio, in provincia di Bergamo, in una sala giochi. L’omicida, si è dato alla fuga passando per un’ex strada statale, in periferia. Ma le telecamere di videosorveglianza hanno permesso di ricostruire la dinamica del duplice omicidio.

Nella notte è stato fermato il fratello dell’uomo ucciso, che assieme alla sorella sarebbe stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza presenti nel tragitto che hanno percorso in auto e nel luogo dove è avvenuta la sparatoria. Dopo essere stati sottoposti a interrogatorio, il pm Gianluigi Dettori ha disposto l’arresto dell’uomo che al momento si trova nella caserma di Treviglio, in attesa di essere trasferito nel carcere di Bergamo.


Continua a leggere

Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background