Torna a Milano la Arch Week  

Scritto da il 4 aprile 2018

Torna a Milano la Arch Week

Lecture nel Salone d’onore della Triennale di Milano

Pubblicato il: 05/04/2018 14:10

Torna a Milano la Arch Week, dal 23 al 27 maggio: una settimana di eventi, promossa dal Comune di Milano, dal Politecnico, dalla Triennale, in collaborazione con la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli. Con la seconda edizione della manifestazione, per cinque giorni Milano tornerà a vestire gli abiti di capitale mondiale dell’architettura, coinvolgendo il pubblico in un palinsesto di eventi aperti a tutti, workshop, installazioni, mostre, performance, lecture con alcuni tra i più prestigiosi vincitori del premio Pritzker: Jacques Herzog, Toyo Ito, Kazuyo Sejima, Wang Shu.

Filo conduttore e titolo della nuova Arch Week è ‘Urbania‘: il Politecnico e la Triennale affronteranno i temi del futuro delle città da un punto di vista progettuale e architettonico, mentre Fondazione Giangiacomo Feltrinelli ne esplorerà le implicazioni sugli spazi di cittadinanza attraverso il palinsesto di ‘About a City. Places, ideas and rights for 2030 citizens‘ .

Un programma di talk, dibattiti, spettacoli e proiezioni prenderà il via giovedì 24 con una lecture pubblica di Jacques Herzog. Dal confronto tra Milano e altre città internazionali, il programma – con la curatela scientifica di Stefano Boeri, Mauro Magatti e Salvatore Settis – si articolerà attorno a tre sfide principali: la crescente diversità e le questioni di convivenza, i diritti delle minoranze, l’accesso ai servizi; l’avanzamento del digitale, l’infrastruttura tecnologica e la dimensione immateriale del futuro urbano; la sostenibilità e gli approcci resilienti e green-based per una progettazione urbana in alleanza con la natura.

Amministratori, policy maker, scienziati, filosofi, architetti, scrittori, urbanisti e studiosi di fama internazionale, come Cino Zucchi e Alberto Rollo, si confronteranno per indagare il nesso tra sviluppo sostenibile e inclusivo, trasformazione urbana e cittadinanza. Il programma sarà arricchito dalla collaborazione con alcune delle istituzioni più rilevanti del panorama architettonico e culturale italiano e internazionale: dall’Ordine degli Architetti di Milano alla Fondazione Prada, da Artlab – la piattaforma promossa dalla Fondazione Fitzcarraldo –, fino allo Strelka KB di Mosca.

Tra le mostre in programma, il Politecnico ospiterà la monografica su Carrilho da Graça a cura di Andrea Gritti, e ‘Remix‘, a cura di Marco Biraghi. Il 24 maggio inaugurerà alla Triennale ‘Luigi Ghirri. Il paesaggio dell’architettura’, retrospettiva sul grande fotografo modenese, a cura di Michele Nastasi e del Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo. Nello stesso contesto, una mostra di Armando Perna e Saba Innab curata da Emilia Giorgi e realizzata in collaborazione con la Fondazione Merz getterà uno sguardo sullo spazio urbano libanese; un focus su fotografia, scienza e architettura a cura di Paolo Rosselli, e ancora il padiglione e-ux Teatrino progettato da Matteo Ghidoni – Salottobuono per e-ux Architecture e realizzato grazie al supporto delle imprese della Regione FVG e della Filiera del Legno FVG (con il coordinamento e supporto di Regione FVG e Innova FVG), in cui si svolgeranno interviste ai grandi esponenti della cultura del progetto.

Arch Week sarà anche un’occasione di coinvolgimento degli studenti della scuola di architettura del Politecnico di Milano, con la supervisione scientifica del prorettore delegato Emilio Faroldi e della preside della Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni Ilaria Valente,– che presenterà una selezione delle migliori tesi di architettura, oltre ad alcuni momenti di approfondimento sulle trasformazioni urbane, quali il progetto Ri-formare le periferie e quello del Campus Politenico.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background