Congedo paternità, come funziona  

Scritto da il 8 aprile 2018

Congedo paternità, come funziona

(Fotogramma)

Pubblicato il: 09/04/2018 07:04

I papà di figli nati dal 1° gennaio 2018 hanno diritto a quattro giorni di congedo di paternità obbligatorio, a cui si aggiunge un ulteriore giorno di congedo facoltativo. L’Inps fornisce importanti dettagli che spiegano come funziona il congedo di paternità tramite il messaggio n. 894 del 27 febbraio 2018.

Il papà ha diritto al congedo obbligatorio, introdotto dalla legge di Bilancio dell’anno scorso, sia in caso di paternità naturale sia nel caso di adozione o affidamento. Il papà dovrà farne richiesta al proprio datore di lavoro o all’Inps, secondo le casistiche, e può goderne entro il quinto mese dalla nascita/adozione/affidamento. Il quinto giorno di congedo, che è facoltativo, può essere usufruito da parte del padre solamente qualora la madre rinunci a una giornata prevista dal suo congedo di maternità. Nel caso in cui il papà faccia richiesta nel 2018 per il congedo del figlio nato nel 2017, i giorni previsti saranno solo due, come previsto dalla normativa attiva lo scorso anno.

È l’Inps a pagare al 100% le quattro giornate di congedo di paternità obbligatorio, tuttavia la totalità della retribuzione ordinaria prevista per quei giorni viene anticipata da parte del datore di lavoro.

Nel caso il pagamento venga effettuato anticipatamente dal datore di lavoro, occorre che il lavoratore presenti a questi una comunicazione scritta, indicando i giorni in cui si ha intenzione di usufruire del congedo con almeno 15 giorni di anticipo. Nel caso in cui il pagamento sia effettuato dall’Inps, il lavoratore deve presentare in via telematica la domanda tramite il sito dell’Inps (se in possesso del Pin dispositivo), oppure tramite il contact center integrato (al numero 803164 oppure 06164164), o tramite l’assistenza di patronati.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background