Erede Mascagni: “‘Cavalleria’ all’Opera irritante”  

Scritto da il 10 aprile 2018

Erede Mascagni: 'Cavalleria' all'Opera irritante

Un’immagine di ‘Cavalleria Rusticana’ nell’allestimento di Pippo delbono

Pubblicato il: 11/04/2018 10:50

”Sono stata alla prima di ‘Cavalleria Rusticana’. Confesso di non aver assolutamente amato la nuova trasposizione. Un parere personalissimo, si intende. Ma da qualche tempo sembra che le opere liriche appartengano ai registi che ne firmano le messe in scena. C’è una forma di ‘soggettivazione’ che non capisco. Come nel monologo, inesistente in ‘Cavalleria’, in cui Pippo Delbono ricorda la madre morta”. E’ quanto ha dichiarato all’Adnkronos Francesca Albertini Mascagni, erede del grande compositore a direttore d’orchestra, dopo aver assistito al Teatro dell’Opera di Roma a ‘Cavalleria Rustica’, affidata alla regia di Pippo Delbono, in scena sino al 15 aprile in abbinamento a ‘Pagliacci’ di Ruggero Leoncavallo.

”Non nascondo di aver provato un certo fastidio, una certa irritazione dinanzi a ‘Cavalleria’. Ne sono uscita amareggiata – ha proseguito l’erede di Mascagni – Ne ho anche parlato con il sovrintendente Carlo Fuortes, con il giornalista Roberto d’Agostino. ‘Ma non vorrai vedere sempre i carretti siciliani nell’opera di Mascagni…’, mi ha detto d’Agostino. Ho risposto che dovrà pure esistere una via di mezzo tra il carretto siciliano, un down in scena e un ‘fool’ proveniente dall’ospedale per malati di mente di Aversa. Una forma di ‘solidarietà sociale’ che profumava di strumentalizzazione”.

”Personaggi fuori luogo, fuori contesto – ha ribadito ancora Francesca Albertini Mascagni – Come Pippo Delbono che dal palco lanciava fiori sul pubblico. Riduttivo, ridicolo, sembrava quasi volesse sminuire e prendersi gioco dell’opera in questo suo ruolo di nuova Vanda Osiris”. Riguardo poi alla regia, poche parole da parte di Francesca Albertini Mascagn: ”L’immobilismo più assoluto – ha detto – Sembrava quasi una regia fatta con astio per prendere in giro l’opera di Mascagni”.


Continua a leggere

Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background