Formula E, tutto pronto per il GP di Roma  

Scritto da il 11 aprile 2018

Formula E, tutto pronto per il GP di Roma

Pubblicato il: 12/04/2018 15:58

‘E come ELETTRICA‘. Ormai ci siamo: Roma si prepara ad accogliere, sabato 14 aprile, il debutto capitolino del Gran Premio di Formula E, interamente dedicato alle monoposto 100% elettriche, capaci di sfrecciare a 250 km orari in modo totalmente ‘green’. Un campionato fatto di 13 gare (quella di Roma è la settima) che si svolgono tutte nel centro di grandi metropoli, partito lo scorso 2 dicembre a Hong Kong e che si concluderà il prossimo 28 luglio a Montreal. Un’assoluta novità per la Capitale, che ha voluto accogliere la sfida di avvicinare maggiormente la popolazione alle possibilità offerte dalla mobilità con alimentazione elettrica.

‘E come EUR’. E’ il quartiere che Roma ha scelto come location della manifestazione, per la larghezza delle strade e gli ampi spazi che lo caratterizzano. Il tracciato di gara è composto da 21 curve, per un totale di 2.860 metri, uno tra i più lunghi della stagione. La linea di partenza è situata su Via Cristoforo Colombo: le monoposto passeranno attorno alla Nuvola di Fuksas e al Palazzo dei Congressi, per poi tagliare il traguardo nella zona dell’Obelisco di Marconi.

‘E come ECOLOGIA’. Meno auto e meno smog. Questa la strada che sembra indicare la guida con auto elettriche, ed è la strada che intende seguire anche il comune di Roma. “Siamo convinti che il car sharing, la mobilità elettrica, le piste ciclabili, trasporti pubblici più efficienti e capillari rappresentino il futuro delle città -ha detto il sindaco Virginia Raggi- E Roma vuole essere all’avanguardia”.

‘E come ENTUSIASMO’, ma anche come ‘Euforia’ ed ‘Emozione’. E’ così che il pubblico romano ha risposto all’iniziativa: sold out le tribune, con i 15.000 biglietti a pagamento esauriti in pochi giorni, mentre altri 15.000 titoli di accesso gratuiti sono finiti in appena 4 ore. Oltre ai fortunati presenti, l’evento sarà visto da 20 milioni di spettatori nel mondo attraverso le emittenti televisive che trasmetteranno la gara.

‘E come ETA”. Un settore, quello delle auto elettriche, che si rivolge soprattutto ai giovani, i più interessati alla tecnologia e ai temi ambientali. “Per questo abbiamo segnato una grande crescita nella fascia di età tra i 13 e 17 anni -ha detto il fondatore e amministratore delegato di Formula E, Alejandro Agag-. Vogliamo far si che le famiglie vengano e vivano lo spettacolo della Formula E, in tal modo i ragazzi potranno capire cosa sarà il futuro”.

‘E come ESODO’. Inutile negarlo, un evento come quello di sabato comporterà inevitabilmente dei disagi al funzionamento della città, a partire dalla circolazione (già abbastanza complicata nella normalità). Molti i romani che, non avendo in mano i biglietti per assistere alle gare o non essendo interessati, hanno previsto una fuga fuori porta. Dalle 20.30 di stasera alle 5.30 di lunedì 16 aprile, vigerà il divieto di circolazione nell’area del circuito, con la chiusura di via Cristoforo Colombo, tra via Laurentina e via dell’Oceano Atlantico. Chiuso anche il tratto del raccordo anulare vicino l’uscita con la via Pontina. Dopo la gara, si partirà subito con il ripristino delle condizioni normali di viabilità, che – nei progetti dell’amministrazione- tornerà a pieno regime a partire dal 22 aprile. Per raggiungere la manifestazione è possibile comunque consultare il sito: https://romamobilita.it/it/servizi/muoversiaroma/formula-E.

‘E come ECONOMIA’. Come è ovvio, il senso dell’iniziativa ruota anche intorno all’indotto economico che l’evento spera di portare alla città. L’impatto economico su Roma è stimato in 50-60 milioni di euro in 3 anni. Venti piloti e dieci team con l’impegno di tante marche ufficiali, tra cui Audi, Renault, Jaguar,che sono garanzia di coinvolgimento del pubblico, grazie anche al fatto che ogni azienda organizza eventi collaterali alla gara, e poi il colosso Enel, che è coinvolto nell’iniziativa con l’operazione ‘carburante’.

‘E come…ESEMPIO VIRTUOSO’. Episodio isolato o esempio da seguire per ripetere l’esperienza anche il prossimo (o i prossimi) anni? E’ presto per dirlo, ma gli organizzatori non lo escludono, anzi. “Il Gran premio di Formula E a Roma anche il prossimo anno? Abbiamo già inserito la Capitale nel prossimo calendario -dice ancora Agag- ma l’intesa con la città deve aspettare l’evento e poi si deciderà, ma per come stanno andando le cose è molto probabile che saremo qui anche l’anno prossimo e in quelli successivi”.


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background