Borse europee deboli, Tim -1,4% 

Scritto da il 12 aprile 2018

Borse europee deboli, bene la galassia Agnelli

AFP PHOTO / Marco BERTORELLO

Pubblicato il: 13/04/2018 09:52

Le Borse europee si muovono in territorio positivo, ma senza particolare slancio dopo le chiusure in progresso di Tokyo (Nikkei +0,55%) e Wall Street (Dow Jones +1,21%) che beneficiano dell’affievolirsi delle tensioni geopolitiche sulla Siria e sul cambio di tono del presidente americano Donald Trump sugli scambi commerciali.

A circa 30 minuti dall’inizio delle contrattazioni a Milano l’indice Ftse Mib guadagna lo 0,15% a quota 23.340, lo spread tra Btp e Bund si attesta a 129,5 punti base con un rendimento dell’1,83%. Debole Londra -0,06%, in progresso Parigi +0,13% e Francoforte +0,28%. A Piazza Affari deboli i settori petroliferi e bancari, in flessione il comparto tlc.

Maglia nera per Azimut -1,77%, vendite su Tenaris -1,73% e Tim -0,98% a 0,852 euro mentre prosegue lo scontro interno sulla governance. Sulla parità Unicredit +0,21%: il cda nominato ieri dall’assemblea si riunisce oggi per confermare l’indicazione di Fabrizio Saccomanni come presidente e scegliere il vicepresidente. Mustier, confermato ceo, ha evidenziato che l’impegno suo e dell’intero management è di lungo termine.

Mps segna +0,37% mentre mostra segnali di ripresa nei primi mesi del 2018, con una crescita degli impieghi vivi lordi e della raccolta, che avviene a costi calanti. Acquisti su Buzzi Unicem +1,10%, brilla la galassia Agnelli: corre Cnh Industrial +2,26% nel giorno dell’assemblea degli azionisti sul bilancio annuale, Fca +1,13%, Exor +0,74%, sulla parità Ferrari.


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background