Ferri da stiro e abiti da sposa, cosa dimenticano i clienti Uber  

Scritto da il 18 aprile 2018

Ferri da stiro e abiti da sposa, cosa dimenticano i clienti Uber

Pubblicato il: 19/04/2018 06:58

Telefonini, portafogli, ma anche mazze da cricket, ferri da stiro e abiti da sposa. Oggetti smarriti come se piovessero per gli utenti Uber di tutta Europa, che da bravi smemorati dimenticano a bordo delle automobili le cose più strane e impensabili. A condurre una ricerca e stilare una lista dei ‘lost & found’ più bizzarri dei propri clienti, oltre alla classifica degli utenti più distratti, è proprio la società californiana, che ha inoltre deciso di rinfrescare la memoria ai passeggeri ricordando tutti i passi necessari per recuperare un oggetto smarrito.

Ma quali sono le cose più strane dimenticate nelle corse Uber nell’ultimo anno, e quali i Paesi che perdono più spesso la memoria? Secondo la ricerca, in Europa gli oggetti smarriti con più frequenza sono stati cellulari (39 volte in Italia), portafogli e chiavi (di casa o della macchina), seguiti da occhiali, zaini e gioielli. Nella top list delle cose più strane mai smarrite si trovano invece una friggitrice, un dente finto, degli artigli finti da Wolverine, un certificato di morte, un abito da sposa, 4 dipinti. L’Italia, in generale, conquista il quinto posto tra le 10 nazioni con la memoria più fallace, capitanate dalla Spagna. Madrid, Varsavia, Lisbona e Praga sono risultate essere le città più smemorate e che richiedono più spesso un supporto tramite app.

I giorni peggiori per la memoria? Per Roma e Milano è il venerdì, seguito da sabato e mercoledì per la Capitale e dalla domenica per la città meneghina. Nell’arco dell’ultimo anno, poi, il 16 dicembre 2017 è risultato il giorno con più segnalazioni di smarrimento per la città di Londra (più di 500) mentre i festeggiamenti per l’arrivo del 2018 non hanno lasciato indenni i parigini, che il 1° gennaio hanno registrato oltre 200 oggetti perduti.

E mentre in Inghilterra un rider è arrivato a dimenticare oggetti personali durante una corsa Uber addirittura 19 volte, in Italia questa quota si ferma a 4, raggiungendo invece le 27 volte in Brasile.

Ma come recuperare allora il ‘bottino’? La società californiana consente a tutti i suoi utenti un po’ distratti di notificare in tempo reale lo smarrimento di qualsiasi oggetto dopo una corsa: per farlo, basta entrare nella sezione ‘Le mie corse’ del profilo utente, selezionare la corsa durante la quale si è perso qualcosa e successivamente l’opzione ‘Ho smarrito un oggetto’. Il consiglio è quello di entrare in contatto, tramite l’app, direttamente con il driver e chiedere il suo supporto; se ciò non avverrà entro le 24 ore successive alla corsa, si potrà comunque inoltrare una richiesta direttamente a Uber, che si occuperà di recuperare quanto smarrito al posto dell’utente.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background