Spunta ipotesi Fico esploratore  

Scritto da il 18 aprile 2018

Spunta ipotesi Fico esploratore

Roberto Fico

Pubblicato il: 19/04/2018 09:49

Per ora sono solo voci che continuano però a rincorrersi nei conciliaboli tra i parlamentari. Se il tentativo del presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati di trovare un’intesa centrodestra-M5S dovesse fallire, il Colle potrebbe decidere di rivoluzionare la partita e giocarsi la carta Fico la prossima settimana per vagliare l’altro ‘forno’, quello Pd-5Stelle. Il presidente della Camera sarebbe un interlocutore tutt’altro che sgradito per l’ala ‘dialogante’ dem che, a differenza dei renziani, non è così chiusa all’ipotesi di iniziare un confronto con il M5S.

I 5 Stelle chiariscono intanto che Fico è “una figura istituzionale” e “se dovesse ricevere il mandato esplorativo – assicura Danilo Toninelli – lo farà con la funzione istituzionale, e non di partito”. Insomma lo scenario per il Movimento 5 Stelle resta quello di Luigi Di Maio premier.

Oggi, dopo la fumata nera di ieri e lo scontro M5S-Lega, dovrebbe essersi un secondo round di consultazioni per la presidente incaricata alla quale il capo dello Stato Sergio Mattarella ha conferito un mandato esplorativo dai confini politici e temporali ben definiti. Casellati deve verificare entro domani se centrodestra e M5S siano effettivamente capaci di dar vita ad una coalizione ed indicare un presidente del Consiglio.

Difficile disegnare gli scenari che si apriranno quando la presidente del Senato salirà nuovamente al Colle: dipenderanno naturalmente sia dall’esito dei suoi colloqui, che dall’evoluzione del quadro politico. Potrebbe chiedere tempi supplementari se esistessero i presupposti per far maturare un’intesa nell’ambito dei confini disegnati per il suo mandato. Oppure, estremo opposto, potrebbe certificare l’impossibilità di una maggioranza tra centrodestra nel suo complesso e M5S.

Solo quando Mattarella avrà a disposizione gli elementi raccolti da Casellati, potrà decidere come procedere ulteriormente, per arrivare a chiudere la crisi non in fretta, ma sicuramente in tempi rapidi e senza assecondare meline. La palla potrebbe passare a un presidente incaricato o pre-incaricato se effettivamente ci fosse da verificare ulteriormente la possibilità di arrivare alla formazione di un governo. Oppure potrebbe essere convocato appunto il presidente della Camera, Roberto Fico, per un nuovo mandato esplorativo, con o senza nuovi limiti politici prefissati, e conseguenti passaggi e incarichi successivi.

Considerazioni che naturalmente dipenderanno non soltanto da quanto verrà certificato nei prossimi giorni negli incontri allo Studio alla Vetrata, ma anche da confronti, schermaglie e tatticismi tra e negli schieramenti. Che tuttavia Mattarella non rimarrà a guardare all’infinito. “La necessità per il nostro Paese di avere un governo nella pienezza delle sue funzioni” è stata già ampiamente rimarcata e anche un immediato ritorno alle urne non è in agenda.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background