Teatro dell’Opera di Roma in trasferta a Lucca  

Scritto da il 22 aprile 2018

Teatro dell'Opera di Roma in trasferta a Lucca

L’étoile internazionale Eleonora Abbagnato

Pubblicato il: 23/04/2018 15:50

La compagnia del Teatro dell’Opera di Roma, diretta da Eleonora Abbagnato, sarà il 6 maggio a Lucca al Teatro del Giglio, nell’ambito della manifestazione Lucca Classica Music Festival, con ‘Omaggio a Angelin Preljocaj e Roland Petit. Il programma si articola in due parti. La prima è dedicata al coreografo franco-albanese Angelin Preljocaj e si apre con ‘Annonciation’. La creazione nasce nel 1995 per due danzatrici e porta in scena l’incontro tra la Vergine Maria e l’Arcangelo Gabriele, ruoli qui affidati alla solista Giorgia Calenda e Federica Maine.

Preljocaj affronta un tema inedito nel contesto coreografico, dando vita a un dualismo di grande qualità enfatizzato dall’antitesi perfetta tra la musica del compositore canadese Stéphane Roy e il Magnificat di Antonio Vivaldi. A seguire Eleonora Abbagnato, étoile dell’Opéra di Parigi, interpreta, insieme al primo ballerino Claudio Cocino, alcuni estratti dal balletto ‘Le Parc’, creato da Preljocaj nel 1994 e diventato subito un’icona della nuova danza di fine Novecento.

Un capolavoro sull’’arte d’amare’, dove il linguaggio classico si mescola con quello accademico e la musica di Wolfgang Amadeus Mozart cede il passo, ad ogni apertura d’atto, alla musica elettronica creata da Goran Vejvoda.

La seconda parte è invece all’insegna del coreografo francese Roland Petit e si apre con ‘La rose malade’, struggente pas de deux sulla musica dell’Adagietto dalla Sinfonia n. 5 di Gustav Mahler interpretato da Eleonora Abbagnato e Giacomo Castellana. Il solista Michele Satriano e Simone Agrò sono invece i protagonisti del successivo duetto maschile sulla musica di Gabriel Fauré ‘Le Combat des Anges’, tratto dal balletto Proust, ou ‘Les Intermittences du coeur’ che Petit crea nel 1974 ispirandosi al romanzo di Marcel Proust ‘A’ la recherche du temps perdu’.

Seguono due estratti da ‘Il pipistrello’, tra cui il famoso pas de deux interpretato dai primi ballerini Susanna Salvi e Claudio Cocino. Lo spumeggiante balletto in due atti, creato da Petit nel 1979 sulle musiche di Johann Strauss figlio, racconta di come Bella, una giovane donna dell’alta società, riesce a riconquistare il volubile marito, che di notte si trasforma in un pipistrello per correre da un cabaret a un ballo in maschera. Si continua, sulle note di Georges Bizet, con alcuni celebri estratti da ‘Carmen’ il capolavoro che ha reso Roland Petit famoso in tutto il mondo.

Un balletto drammatico, creato nel 1949. Racconta la passione travolgente tra la zingara andalusa Carmen e Don Josè, dove l’amore si contrappone all’odio in un erotismo esplicito, ma mai volgare. A danzare il ruolo della fascinosa zingara è l’étoile internazionale Natasha Kusch, affiancata da Michele Satriano nei panni di Don José. La serata si conclude con ‘Cheek to Cheek’ di Roland Petit, celebre duo dal sapore hollywoodiano creato nel 1977 sulla brillante musica di Irving Berlin, che vede protagonista Eleonora Abbagnato in coppia con lo straordinario Luigi Bonino, stelle del Ballet National de Marseille, fondato e diretto da Roland Petit.


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background