Salpa centrale atomica russa galleggiante  

Scritto da il 27 aprile 2018

Salpa centrale atomica russa galleggiante

Interno di centrale russa (Fotogramma)

Pubblicato il: 28/04/2018 18:38

E’ partita oggi dal porto di San Pietroburgo una controversa centrale nucleare galleggiante russa, destinata a rifornire di energia avamposti russi nell’Artico. La Akademik Lomonosov, una sorta di nave-centrale nucleare, proseguirà attraverso il Baltico fino al porto russo di Murmansk, dove i due reattori dell’impianto verranno riforniti di combustibile nucleare, ha spiegato Pavel Ipatow, portavoce del gestore Rosenergoatom, citato dall’agenzia stampa Tass.

L’estate prossima, l’Academik Lomonosov lascerà Murmansk per prestare servizio nell’Artico, lungo la costa di Chukotka nell’estremo oriente della Russia. La centrale galleggiante può rifornire di energia elettrica fino a 200mila persone, oltre a provvedere alla desalinizzazione dell’acqua. La destinazione dell’Academik Lomonosov, che rifornirà anche piattaforme petrolifere, sarà il porto siberiano di Pewek.

Il progetto è stato fortemente criticato da diverse associazioni ambientaliste come Greenpeace che parlano del rischio di una “Cernobyl dei ghiacci”, in riferimento al disastro nucleare del 1986. Interessata allo sfruttamento di nuovi giacimenti di petrolio e gas, la Russia a approfittato dello scioglimento dei ghiacchi provocato dai cambiamenti climatici per aprirsi nuove rotte di navigazione nell’Artico e rafforzare la sua presenza militare nella regione.


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background