Rc auto, ondata di falsi  

Scritto da il 7 maggio 2018

Rc auto, ondata di falsi

Immagine d’archivio (FOTOGRAMMA)

Pubblicato il: 08/05/2018 15:12

Rc auto, vigilanza alta contro le truffe. Da inizio maggio sono stati segnalati diversi siti – non riconducibili ad un intermediario assicurativo iscritto nel registro Ivass – che avrebbero potuto creare problemi agli automobilisti in cerca di offerte on line.

L’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni ha infatti pubblicato sul proprio portate una serie di siti che promuovevano polizze Rc auto, anche aventi durata temporanea, attraverso un’attività di intermediazione assicurativa irregolare. Tra questi, l’ultimo in ordine di tempo è ‘www.fedeassicurazioni.com’ (ora offline e già oggetto di segnalazione lo scorso 8 marzo).

POLIZZE IRREGOLARI – Nei giorni scorsi, inoltre, è stato chiesto l’oscuramento alle Autorità per ‘www.itavivassicurazioni.com’ (che promuoveva polizze anche di durata temporanea, proponendo dati di un intermediario regolarmente iscritto che, invece, ha dichiarato la propria totale estraneità alle attività svolte tramite il sito in questione).

E ancora, il 4 maggio, l’Ivass ha segnalato www.genialass.com, non riconducibile a intermediari iscritti nel Registro né alla Compagnia Genialloyd S.p.A. – “nonostante nella home page sia riportata l’indicazione ‘Copyright All right reserved Genalloyd srl’, sottolinea l’istituto – che, per i potenziali clienti, utilizzava preventivi su modulistica apparentemente riconducibile a quella utilizzata dalla Genialloyd che invece ne ha disconosciuto l’autenticità.

OSCURAMENTO – Inoltre, il 2 e 3 maggio, è stato chiesto l’oscuramento anche per www.asstemporanea.com e per www.zeniservice.it a seguito di verifiche da parte dell’Ivass che ha accertato che la loro attività di intermediazione assicurativa – svolta on line – era irregolare.


Continua a leggere

Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background