Conte, il prof col pallino della semplificazione  

Scritto da il 20 maggio 2018

Conte, il prof col pallino della semplificazione

(Fotogramma)

Pubblicato il: 21/05/2018 19:13

“Riporrò il massimo impegno su obiettivi molto ambiziosi: rendere più efficiente la pubblica amministrazione e semplificare rapporto tra la pubblica amministrazione e i cittadini” tagliando innanzitutto le leggi inutili, una “rigorosa e spietata” semplificazione. Giuseppe Conte esordiva così al Salone delle fontane all’Eur da neo candidato ministro per la Pa, la deburocratizzazione e la meritocrazia, quando Luigi Di Maio presentò, alcune settimane prima del voto, la squadra di governo dei 5 Stelle. Conte alla fine non solo farà parte di quella squadra ma potrebbe guidarla da presidente del consiglio. E’ suo infatti il nome che Di Maio e Matteo Salvini hanno fatto al presidente della Repubblica Sergio Mattarella per l’incarico di premier.

Pugliese di Volturara Appula in provincia di Foggia, 54 anni, Conte è un avvocato civilista e insegnante di diritto. A lungo assistente di un giurista di peso come Guido Alpa, Conte risiede da anni a Firenze dove è ordinario di diritto privato all’Università. Si è laureato alla Sapienza a Roma nel 1988 con votazione 110/110 con lode. Borsista presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) negli anni 1992-1993, ha perfezionato gli studi giuridici all’estero frequentando diversi atenei tra cui la Yale University, la Université Sorbonne, la New York University.

Non ha mai avuto incarichi politici, né amministrativi. Da elettore ha sempre avuto come riferimento la sinistra, come ha lui stesso dichiarato: “Il mio cuore ha tradizionalmente battuto a sinistra”, ha detto a in un’intervista a Di Martedì spiegando di aver avuto i primi contatti con i 5 Stelle quando gli fu chiesto di diventare membro del Consiglio di presidenza della Giustizia Amministrativa, l’organo di autogoverno della giustizia amministrativa. Era il 2013. Di recente, Conte ha presieduto la commissione disciplinare del consiglio di presidenza della giustizia amministrativa che ha coordinato l’istruttoria che ha portato alla destituzione del consigliere di Stato Francesco Bellomo.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background