Carta identità elettronica, anomalia chip si verifica on line  

Scritto da il 23 maggio 2018

Carta identità elettronica, anomalia chip si verifica on line

Pubblicato il: 24/05/2018 17:43

Verifiche on line e spedizione di 299 mila lettere per avvisare i possessori di carte d’identità elettroniche valide per l’espatrio dopo il caso sollevato da un quotidiano romano nei giorni scorsi che riportava l’allarme lanciato dall’Anci, l’Associazione dei Comuni italiani in relazione a una anomalia sul chip. Sono le ultime misure adottate dal ministero dell’Interno e dall’Istituto Poligrafico dello Stato, secondo quanto apprende l’Adnkronos.

Da oggi infatti, tutti i cittadini italiani possessori di carta d’identità elettronica, oltre 3 milioni, potranno verificare in tempo reale, se la propria Carta rientra tra i documenti che presentano il difetto collegandosi al sito ‘http://www.cartaidentita.interno.gov.it/verifica-cie/’ e inserendo il proprio codice fiscale ed il numero di serie della propria Carta di Identità Elettronica. Intanto stanno partendo le prime lettere ai possessori di queste carte d’identità (emesse nel periodo ottobre 2017 – febbraio 2018) per avvisare che è stata predisposta la sostituzione gratuita dei documenti entro i prossimi 12 mesi.

Ma per l’Istituto Poligrafico dello Stato si tratta comunque di un falso problema e viene ribadita l’infondatezza della notizia diffusa nei giorni scorsi. “A noi non risulta alcun problema, alcuna segnalazione, di blocchi alle frontiere” fanno sapere.

A ben guardare, l’anomalia del microprocessore riguarda la data di emissione della carta, (un dato secondario, che comunque è riportato sul fronte del documento in modo corretto). Mentre i dati anagrafici sono esatti. “I controlli automatici, lì dove previsti, – si legge in un comunicato dell’Ipzs pubblicato sul sito del Poligrafico – effettuano una verifica sui dati obbligatori della Cie: dati personali, dati biometrici (foto ed impronte) e firma digitale del Ministero dell’Interno sui dati”.

“Queste carte -spiega il Poligrafico- mantengono pertanto inalterata la loro caratteristica di strumento sicuro di identificazione fisica e digitale, come tutte le altre Cie, dal momento che assicurano la verifica di autenticità dei dati obbligatori normalmente acceduti durante i controlli”.

Tuttavia, “al fine di rendere trascurabili i rischi di disagio per i cittadini, sono state avviate tutte le procedure previste a livello nazionale ed internazionale per la corretta gestione di questi documenti in caso di attraversamento di frontiere (nel caso di Cie valide per l’espatrio)”. E dunque si è provveduto a segnalare in collaborazione con il ministero Affari esteri e la Direzione centrale Immigrazione della Polizia di Stato, tale anomalia a tutti i varchi di frontiera europei e dei Paesi dove è possibile viaggiare con la Cie.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background