Descalzi: “Basta con gli sprechi, il futuro è l’economia circolare” 

Scritto da il 23 maggio 2018

Descalzi: Basta con gli sprechi, il futuro è l'economia circolare

(Fotogramma)

Pubblicato il: 24/05/2018 10:05

“Siamo stati i primi a trasformare raffinerie tradizionali in raffinerie verdi. Per le riconversioni in ottica green, per le attività di ricerca e bonifiche abbiamo speso circa 5 miliardi negli ultimi 6 anni e nel prossimo quadriennio contiamo di spendere oltre 4 miliardi”. Così Claudio Descalzi, amministratore delegato Eni, in un’intervista al ‘Corriere della sera’, parla del futuro dell’economia sempre più circolare.

Secondo il numero uno del Cane a sei zampe, “dobbiamo cambiare il nostro modo di pensare e di comportarci: abbandonare la cultura dello spreco perché le risorse non sono infinite. Anche l’energia non è infinita”. In Eni, sottolinea Descalzi, “la trasformazione è stata focalizzata sulla raffinazione e sulla chimica perché siamo andati verso un’efficienza maggiore soprattutto nella riduzione delle emissioni, attraverso una rifocalizzazione dei prodotti che vengono da un’economia circolare, dal riutilizzo di biomasse vegetali o di residui di grassi animali e vegetali per la produzione di green diesel”.

Quanto al futuro, non ci sono dubbi che occorre andare “verso un sistema meno impattante. Il mondo ha fame di energia, ma le rinnovabili sono ancora intermittenti, hanno bisogno di spazi enormi e poi ci deve essere continuità”. La sicurezza energetica, dunque, secondo Descalzi, “sarà ancora assicurata per un certo periodo di tempo dagli idrocarburi. Le componenti più inquinanti devono essere tolte, le centrali più inquinanti devono essere modificate, ci vogliono investimenti in tecnologia per fare queste trasformazioni. Il sistema energetico copre il 60% delle emissioni, ma poi si deve affrontare il tema dei rifiuti. E dunque serve un cambio di approccio”.


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background