Manageritalia adotta Chiesa del Gesù di Mirandola  

Scritto da il 28 maggio 2018

Manageritalia adotta Chiesa del Gesù di Mirandola

Pubblicato il: 29/05/2018 16:22

L’adozione e l’azione di Manageritalia per ridare vita alla Chiesa del Gesù è per la città determinante. Abbiamo quasi completato la ricostruzione di scuole, abitazioni e aziende, ora dobbiamo velocemente riprenderci i luoghi cardine della nostra vita sociale“. Così il sindaco di Mirandola, Maino Benatti, ha aperto ieri sera la breve, ma partecipata cerimonia che ha dato il via all’adozione della Chiesa del Gesù da parte di Manageritalia.

“La chiesa del Gesù, l’unica di proprietà del Comune, è da sempre nel cuore e nella tradizione dei mirandolesi per la sua storia e per ospitare tanti momenti determinanti nella vita delle persone come matrimoni e battesimi. Con l’aiuto dei manager e della loro organizzazione, ora che i fondi ci sono, dobbiamo alzare l’attenzione su questo ‘simbolo’ cittadino, far partire i lavori e scandire e dare visibilità alle varie tappe necessarie per ritornare a viverlo. Noi ci contiamo molto e il loro impegno e la loro determinazione sono una garanzia per far accadere le cose nei tempi stabiliti”, ha aggiunto Benatti.

“Manageritalia – ha detto Paolo Longobardi, presidente Manageritalia Emilia Romagna – ha già operato con le sue associazioni territoriali a supporto delle troppe zone colpite da terremoti negli ultimi anni. Spesso si è trattato di sviluppare progetti per la ripresa economica, in questo caso vogliamo prenderci carico anche dei non meno importanti aspetti sociali”.

“Il nostro obiettivo -ha spiegato Longobardi- è tangibile e scalare. Dobbiamo coinvolgere tutti per dar voce e forza alla necessità di far partire in fretta il progetto di ricostruzione della Chiesa del Gesù, già finanziato integralmente, ma ancora ai nastri di partenza. E poi dobbiamo accompagnarlo nelle varie tappe che prevedono di riportare ad essere viva e visitabile la chiesa anche durante la ricostruzione e di darle un ruolo anche di attrattività per tutto il territorio”.

“Noi manager -ha osservato Longobardi- siamo soliti adottare progetti in azienda e con l’aiuto di tutti portarli a termine con costi e tempi certi. Questo vogliamo fare anche qui, con l’aiuto di tutti quelli che vorranno supportarci e seguirci. A sentirci presto per condividere le prossime tappe e i primi segni tangibili di questa adozione e azione comune che sarà scandita anche dalle informazioni, dagli obiettivi e dai tempi che compariranno su una targa digitale che presto sarà apposta davanti alla Chiesa”.

Alla cerimonia hanno partecipato anche l’assessore alla Ricostruzione, Roberto Ganzerli, l’assessore Loretta Tromba, l’ingegnere e architetto Federico Paci, progettista del restauro con lo Studio Paci, l’intero consiglio direttivo di Manageritalia Emilia Romagna con il vicepresidente nazionale Mario Mantovani, oltre a tecnici comunali e cittadini.

Presso l’aula magna Rita Levi Montalcini, si è poi tenuto uno spettacolo del mentalista Vanni De Luca, per scoprire tutti i segreti per una memoria e una mente eccezionali. Anche questo un modo per non dimenticare in attesa del Memoria Festival, che si svolgerà nella città dei Pico dal 7 al 10 giugno.

La chiesa del Gesù di Mirandola fu conclusa da Alessandro II Pico nel 1689 e consacrata nel 1695 legando la sua storia anche all’annesso convento dei Gesuiti. Ricca di stucchi e altari lignee di grandissimo pregio e interesse storico ora conservate a Sassuolo, ha vissuto, con l’annesso convento, da protagonista tutta la vita della città. Dalla cacciata dei Gesuiti nel XVIII secolo, alle invasioni Napoleoniche, al periodo bellico sino al fatidico 29 maggio 2012. In questo periodo il convento annesso è passato a sede dell’Ospedale Santa Maria Bianca, poi ad archivio storico comunale, biblioteca civica e centro culturale. Insomma, un simbolo della città che non può non tornare a svolgere il suo ruolo centrale.

Manageritalia (Federazione nazionale dirigenti, quadri e professional del commercio, trasporti, turismo, servizi, terziario avanzato) rappresenta dal 1945 a livello contrattuale i dirigenti del terziario privato e dal 2003 associa anche a quadri e professional. La Federazione è presente sul territorio nazionale con 13 Associazioni, tra cui Manageritalia Emilia Romagna, che offrono una completo sistema di servizi: formazione, consulenze professionali, sistemi assicurativi e di previdenza integrativa, assistenza sanitaria ai manager e alla famiglia, iniziative per la cultura e il tempo libero.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background