Quando voteremo? Le date possibili  

Scritto da il 28 maggio 2018

Quando voteremo? Le date possibili

(Fotogramma)

Pubblicato il: 29/05/2018 12:06

Sono giorni decisivi per il governo. Dopo il fallimento di Conte di formare un esecutivo pentaleghista, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha conferito l’incarico a Carlo Cottarelli. Ma le elezioni sono tutt’altro che scongiurate. Se l’ex commissario alla spending review riuscirà a ottenere la fiducia in Parlamento entrerà in carica per l’approvazione della legge di Bilancio per il 2019. “Dopo di che – ha detto Cottarelli – il Parlamento verrebbe sciolto con elezioni a inizio 2019”.

Senza fiducia, invece, come sembra probabile, “il governo si dimetterebbe immediatamente e il suo principale compito sarebbe la gestione dell’ordinaria amministrazione e di accompagnare il Paese ad elezioni dopo il mese di agosto”.

Calendario alla mano, vediamo quali sono le date utili per il voto.

I TEMPI – Il tempo minimo in Italia per indire le elezioni politiche è di un mese e mezzo. Il decreto del presidente della Repubblica con il quale si stabilisce la data del voto deve infatti essere pubblicato sulla Gazzetta ufficiale entro il 45esimo giorno antecedente quello delle consultazioni. Bisogna poi considerare il voto all’estero per organizzare il quale servono almeno 60 giorni.

9 SETTEMBRE – La prima data utile dopo l’estate potrebbe essere il 9 settembre, considerando la necessità di verificare come arrivare allo scioglimento delle Camere in modo da non superare i 70 giorni tra il game over della legislatura e l’apertura delle urne. Ma si potrebbe tornare alle urne anche il 16 settembre, il 23 settembre e il 30. In quest’ultimo caso le Camere dovrebbero essere sciolte entro il 22 luglio.

VOTO A OTTOBRE – Le elezioni potrebbe slittare anche a inizio ottobre, probabilmente il 7, ultima domenica utile per non mettere a rischio l’eleborazione della manovra che va presentata dal governo in Parlamento entro il 15 ottobre. In questo caso l’ultima data utile per sciogliere le Camere è il 29 luglio.

ELEZIONI NEL 2019 – Se il governo Cottarelli riuscisse invece a incassare la fiducia in Parlamento, ipotesi complicata visto il no annunciato da 5 Stelle, Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, le elezioni si terrebbero all’inizio del prossimo anno. L’esecutivo Cottarelli restarerebbe in carica fino a fine dicembre per traghettare il Paese a nuove elezioni con la manovra approvata e gli aumenti dell’Iva scongiurati.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background