Piazza Affari tenta sprint poi torna negativa  

Scritto da il 30 maggio 2018

Piazze europee chiudono negative, pesano dazi Usa

Pubblicato il: 31/05/2018 09:45

Chiudono negative le principali piazze finanziare europee compresa Milano, che per lungo tempo durante la giornata ha registrato performance positive, in attesa di novità su un possibile governo politico. Ma proprio le incertezze sulla formazione di questo esecutivo, unite ad un’apertura debole di Wall Street e all’annuncio di dazi da parte dell’amministrazione americana, hanno fiaccato gli investitori facendo prevalere le vendite. Così le contrattazioni si fermano con il Ftse Mib debole a -0,06%, il Ftse 100 a -0,15%, il Cac40 a -0,53% e il Dax pesante a -1,40%, trascinato da Deutsche Bank dopo che la Fed ha bocciato la divisione americana.

A Piazza Affari incide anche lo spread che dopo aver aperto a 242 ed essere sceso a 230 punti, è tornato a rialzarsi fino a quota 254. In questa situazione le banche, che stavano mettendo a segno raffiche importanti di aumenti, ne hanno subito le conseguenze negative chiudendo con un calo complessivo settoriale dello 0,13%. Intesa Sp e Unicredit hanno perso rispettivamente lo 0,26% e lo 0,25%. Tra le eccezioni spicca il +2,38% di Banco Bpm. Bene invece tra i titoli maggiori Fca che alla vigilia della presentazione del piano industriale incassa un + 2,05% dopo il +4% di ieri. Tra gli assicurativi Generali archivia le contrattazioni con un +2,32%, mentre Unipolsai registra una perdita del 4,42%. Male infine Tenaris che lascia sul terreno il 3,25%.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background