Zidane lascia il Real  

Scritto da il 30 maggio 2018

Zidane lascia il Real

(Afp)

Pubblicato il: 31/05/2018 13:22

L’anno prossimo non sarò l’allenatore del Real Madrid. Ho preso questa decisione perché amo molto questo club e penso che per me e per tutti noi sia necessario un cambiamento”. Zinedine Zidane annuncia così il suo addio alla panchina del Real Madrid.

Il Real Madrid mi ha dato tutto e sarò vicino a questo club per tutta la vita – aggiunge il 45enne francese in conferenza stampa -. Dopo tre anni penso sia la decisione giusta. Ringrazio i tifosi che mi hanno sempre supportato anche nei momenti delicati oltre che non solo come allenatore, mi hanno anche supportato”.

In due anni e mezzo sulla panchina dei blancos Zidane ha vinto, tra le altre cose, tre Champions League, una Liga e due Mondiali per club. “Per le vittorie voglio ringraziare i giocatori, perché sono quelli che combattono sul campo – sottolinea l’ex Pallone d’oro -, questo è un club esigente, la storia di questa società è molto grande. Cosa posso aggiungere? E’ ora di voltare pagina e continuare a vincere, questa è una rosa molto forte e sono sicuro che continueranno ad alzare trofei“.

“Non è stata una decisione facile, ci ho riflettuto tantissimo, ma ora è presa e non ci saranno ripensamenti – assicura Zidane -. Dopo tre anni di successi per un allenatore è difficile continuare così o almeno per me sarebbe stata dura. A me piace vincere, in ogni cosa. Ora avevo la sensazione di rischiare di non vincere e per questo serviva un cambio. E’ successo lo stesso anche da giocatore: quando credevo di non poter vincere ho sempre scelto di cambiare“.

Il campione del mondo 1998 parla poi del momento migliore e di quello peggiore della sua esperienza al Real: “Il più bello quando il presidente mi ha scelto come giocatore, perché il sogno di ogni calciatore è quello di giocare al Real Madrid. Poi sono successe molte cose, ma se devo scegliere un momento da allenatore è quello quando abbiamo vinto la Liga. Il peggiore è l’eliminazione dalla Copa del Rey contro il Leganes”.

In futuro non esclude un ritorno: “Questo può essere un arrivederci, il Real mi ha dato tutto e continuerò ad essere vicino al club”.

“Zidane deve essere il primo a prendere la parola, è venuto a trovarmi ieri per parlarmi di una decisione inaspettata e dovrebbe essere lui a spiegarlo”. Così ha esordito in conferenza stampa il presidente del Real, Florentino Perez, prima di passare la parola al mister. “Dopo aver vinto la Champions è una decisione inaspettata, ma possiamo solo prendere la decisione e rispettarla, ha avuto un grande impatto su di me quando ho saputo la sua decisione, mi sarebbe piaciuto convincerlo, ma so com’è”, ha aggiunto il numero uno del Real.

“Voglio ringraziare Zidane per la sua dedizione, il suo amore e tutto ciò che ha fatto per il Real Madrid di questi anni, non è un addio, questo è un arrivederci a presto, ma se ha bisogno di una pausa, se lo merita anche lui”, ha proseguito Florentino Perez.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background