Vent’anni di Bce 

Scritto da il 1 giugno 2018

Vent'anni di Bce

(Fotogramma)

Pubblicato il: 02/06/2018 13:08

Tre presidenti nell’arco di due decenni, al servizio di 340 milioni di cittadini, con una mission vergata nei Trattati sempre al centro del suo operato: mantenere la stabilità dei prezzi. La Banca centrale europea, istituita il primo giugno 1998, succedendo all’Istituto monetario europeo in vista dell’introduzione dell’euro nel gennaio 1999, ha appena compiuto 20 anni. Allora i paesi aderenti all’Eurosistema erano 11: oggi sono 19, ma il numero sale a 21 se si considera che Montenegro e Kosovo hanno adottato la moneta unica unilateralmente. Nell’elenco vanno poi inclusi gli accordi monetari che hanno fatto dell’euro la moneta ufficiale di quattro mini-stati: Andorra, San Marino, Monaco e Città del Vaticano.

Dalle analisi sui rischi per il sistema bancario dei paesi dell’euro alle proposte per le politiche macroprudenziali ai governi, al recente Qe, tra le varie azioni, per assicurare un ritorno dell’inflazione prossima al valore di riferimento del 2%. La politica monetaria della Bce – che per via del QE ha accresciuto il suo bilancio, che oggi vale il 40% del Pil dell’Eurozona – ha contribuito alla crescita dell’economia dell’area della moneta unica, con il pil medio procapite che dalla creazione dell’euro a oggi è salito da circa 21 mila euro a 32mila.

Ma le politiche di Francoforte hanno impattato anche l’occupazione: tra il 2012 e il 2017 sono stati creati sette milioni di nuovi posti di lavoro nell’area dell’euro e il 71% delle persone in età lavorativa è ora al lavoro. Ma ci sono anche altri aspetti che incidono in modo ancora più stretto nella nostra quotidianità, l’Eurotopwer per esempio insieme alle banche centrali dei 19 paesi della moneta unica produce le banconote in euro che ritirate dal bancomat. Dal 2002 ha prodotto 130 miliardi di banconote. Dal 2014 inoltre la Bce ha adottato nuovi e fondamentali compiti, controllando direttamente le più grandi banche dell’area dell’euro.

Lo staff della vigilanza dell’Eurotower conta inoltre circa 1200 dipendenti che esaminano da vicino 118 grandi banche e stabiliscono linee guida per il settore. Il sistema di pagamento Target2 si occupa di 350.000 transazioni al giorno, con un valore giornaliero di 1.700 miliardi di euro.

Tre i presidenti dalla sua istituzione: il primo, l’olandese Wim Duisenberg dal primo giugno 1998 al 31 ottobre 2003; a seguire il francese Jean Claude Trichet, dal primo novembre 2003 al 31 ottobre 2011, e l’attuale presidente Mario Draghi, in carica dal primo novembre 2011. In tutto gli oltre 3mila dipendenti che lavorano all’Eurotower provengono da tutta Europa, 23 lingue in tutto nella Babele di Francoforte, un grattacielo da 185 metri in cima al quale nidificano i falchi.

L’inclusione è un principio al centro dell’ambiente di lavoro con reti interne allo staff che includono la rete Rainbow, la rete Wow (Women Organize Women) e il gruppo etnico e culturale.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background