Muore dopo intervento, lettera anonima: “Macchinario guasto”  

Scritto da il 4 giugno 2018

Muore dopo intervento, lettera anonima: Macchinario guasto

Immagine di repertorio (Fotogramma)

Pubblicato il: 05/06/2018 19:55

E’ morto tre giorni dopo l’intervento al cuore. La Procura di Cagliari ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di omicidio colposo in seguito all’esposto dei familiari di un 49enne, morto il 24 maggio scorso, dopo un intervento di cardiochirurgia al Brotzu. L’esposto è stato formalizzato dai familiari del paziente, che avrebbero ricevuto una lettera anonima su carta intestata dell’azienda ospedaliera. Nella missiva si ipotizzava il decesso del congiunto per il blocco della macchina che garantisce la circolazione sanguigna extracorporea. Sul registro degli indagati, come atto dovuto, ci sarebbe il nome di un medico.

Il provvedimento del pm Rosanna Allieri è arrivato poco prima della cremazione del paziente, ed ha ordinato l’autopsia sul cadavere e incaricato dei periti di parte, così come ha fatto la famiglia, per accertare le cause del decesso. I carabinieri del Nas sono stati incaricati dal pubblico ministero di acquisire la cartella clinica del paziente.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background