Nordcorea, “nei Gulag gas nervini su cavie umane”  

Scritto da il 5 giugno 2018

Dal programma Semina al Campo 22 ai gas nervini. David.B. John, originario del Galles, ha vissuto a lungo in Corea del Sud. E’ tra i pochissimi occidentali ad aver visitato la Corea del Nord. Nel suo libro ‘Stella del Nord’, thriller basato su fatti realmente accaduti e documentati, sono contenuti fatti ‘sconvolgenti’.

I RAPIMENTI: In merito ai rapimenti di civili giapponesi sulle spiagge del Giappone’, John afferma:”In realtà questo è un mistero, un mistero che non è mai stato svelato del tutto. Credo che uno dei motivi, fosse che rapivano queste persone per poi fargli un lavaggio del cervello, e poi rimandarli indietro come spie. Probabilmente era anche un tentativo di destabilizzare il Giappone, che il regime della nordcorea sente veramente come un nemico”.

I RISCHI PER I CRISTIANI: Possedere una Bibbia vera è veramente pericoloso. “E’ assolutamente vero, molto pericoloso a meno che non siano cose che riguardano la venerazione della famiglia Kim. Possedere un Bibbia – chiarisce lo scrittore – puo’ portarti all’esecuzione o a una vita nei Gulag”, come il campo 22, tuttora esistente.

IL CAMPO 22:“E’ un campo enorme – dice – un campo vastissimo, grande quanto la città di Los Angeles, dentro ci sono miniere, fabbriche. Un campo di lavori forzati per prigionieri politici, le persone la’ dentro muoiono. Non conosco nessuno che sia uscito da questi campi. I bambini stessi che nascono nel campo – osserva – vivono e muoiono all’interno del campo”.

ESPERIMENTI SU CAVIE UMANE: Nei Gulag anche esperimenti su cavie umane. “E’ assolutamente vero – afferma John – abbiamo testimonianze dell’esistenza di laboratori dove vengono usati gas nervini sulle persone”. E sulle condizioni di vita in nordcorea denuncia:”Sono scioccanti, c’è un grave stato di malnutrizione della popolazione, anche l’educazione che i bambini ricevono è solamente fondatata, intorno al culto della famiglia Kim, le condizioni di vita base – ribadisce lo scrittore – sono di bassissimo livello”.

PROGRAMMA SEMINA: Lasciano infine senza parole le sue rivelazioni sul programma Semina: “La Nordcorea – ricorda – è ancora più strana della fiction. Con questo progetto il regime mandava donne attraenti in Occidente perché rimanessero incinte di persone di etnie diverse, con il fine di farle tornare indietro per farle sembrassero agli occhi del paese delle persone straniere ma in realtà ben radicate nel contesto del regime”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background