Beppe Grillo: “Riconvertire Ilva con fondi Ue”  

Scritto da il 6 giugno 2018

Beppe Grillo: Riconvertire Ilva con fondi Ue

(Fotogramma)

Pubblicato il: 07/06/2018 21:42

“Si parla di chiudere l’Ilva, cosa che nessuno ha mai pensato. Si pensa ad una riconversione, quindi mantenendo sempre l’occupazione nella bonifica ristrutturando il sito che è enorme, e quindi con grande difficoltà, ma si deve preservare assolutamente il posto di lavoro”. Lo dice Beppe Grillo in un video postato sul suo blog.

Noi potremmo fare con il reddito di cittadinanza e i fondi che ci sono in Europa, si tratta di circa 2,2 miliardi di euro, che sono stati immessi in un fondo, quando l’Europa si chiamava Ceca, carbone e acciaio, dalle imprese di carbone e dalle imprese dell’acciaio proprio per i prepensionamenti dei lavori usuranti e per le bonifiche. Ora dato che l’Ilva è la più grande centrale, produttore dell’acciaio d’Europa, potremmo anche cercare di accedere direttamente a questi soldi”.

“Alcune briciole sono state date all’Ilva in passato” ma “qui parliamo della più grande centrale d’Europa che può essere riconvertita anche con l’uso di questi 2 miliardi che ci sono e di cui nessuno mai parla. Sarebbe bello se ora ci riconsiderassero un po’: abbiamo una bella centrale, un grande problema da risolvere e potrebbero essere un contributo per bonificare tutto, questi soldi europei”.

“Ho sempre sognato – prosegue Grillo – che questo bellissimo golfo di Taranto tornasse a essere una cosa meravigliosa con tecnologie di energie rinnovabili, con centro per le batterie”. Grillo porta l’esempio della riconversione del bacino della Ruhr in Germania: “Potremmo fare come hanno fatto nel bacino della Ruhr” dove “non hanno demolito, hanno bonificato, hanno messo delle luci, hanno fatto un parco archeologico di industria del paleolitico lasciando le torri per fare centri di alpinismo, i gasometri per centri sub più grossi d’Europa, sono state aperte un sacco di attività dentro e gli stessi minatori che lavoravano lì oggi sono guide turistiche, fanno un milione di visitatori l’anno e hanno dato posti a 10mila persone”.

“Quindi si sta solo pianificando un pensiero di sedersi tra ingegneri, architetti, sociologi, ambientalisti, cittadini per rivalutare uno dei più bei golfi del mondo”, conclude.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background