Finisce il sogno di ‘Ceck’  

Scritto da il 7 giugno 2018

Finisce il sogno di 'Ceck'

(Afp)

Pubblicato il: 08/06/2018 15:31

Termina in semifinale la splendida avventura di Marco Cecchinato al Roland Garros, seconda prova stagionale del Grande Slam, in corso di svolgimento a Parigi.

Il 25enne siciliano, numero 72 del mondo, cede al 24enne austriaco Dominic Thiem, numero 8 del ranking Atp e settima testa di serie, con il punteggio di 7-5, 7-6 (12-10), 6-1 in due ore e 17 minuti.

Anche se a Cecchinato non è riuscita l’ennesima impresa, è uscito fra gli applausi scroscianti del pubblico del ‘Philippe Chatrier’ e potrà consolarsi con un balzo in classifica che lunedì lo porterà in 27esima posizione.

Nel suo cammino a Parigi il palermitano ha messo in fila il rumeno Marius Copil (recuperando due set di svantaggio), l’argentino Marco Trungelliti, lo spagnolo Pablo Carreno Busta, numero 11 del ranking mondiale e decima testa di serie, il belga David Goffin, numero 9 Atp e ottavo favorito del seeding, e nei quarti il serbo Novak Djokovic, ex numero uno del mondo, oggi 22° della classifica mondiale e 20esimo favorito del seeding, vincitore qui nel 2016 (12 i titoli Slam nella sua bacheca) e finalista nel 2015, 2014 e 2012. Un torneo, il Roland Garros 2018, che ha comunque cambiato la vita del siciliano.

Dopo un break a favore di Thiem al 1° gioco e un contro break di Cecchinato all’ottavo game il primo set è stato deciso da un break sul 5-5, dove il pupillo di Gunther Bresnik ha sciorinato tutto il suo bagaglio tecnico, con rovesci e diritti potenti e precisi, strappando di nuovo il servizio al siciliano che ha il rimpianto di un diritto in rete sul 30 pari. Giocando un 12° game pressoché perfetto (con ace iniziale e stop volley a seguire la seconda palla di servizio sul 30-15) il numero 8 del mondo ha incamerato la prima frazione dopo 46 minuti.

Nel secondo set l’azzurro ha salvato due pericolose palle break prima di ottenere il 3-2, poi turni di battuta rispettati senza particolari problemi fino al tie-break nel quale Thiem è riuscito ad alzare ulteriormente il livello giocando da campione. E’ salito sul 6 a 3 nonostante alcune palle corte di alta scuola del palermitano, che è stato capace di riagganciarlo sul 6-6, procurandosi poi lui a sua volta tre opportunità per pareggiare il conto dei set (7-6, 9-8 e 10-9 e servizio), tutte però cancellate in modo superbo dal rivale, che poi ha piazzato lo sprint decisivo (drop shot e attacco con passante lungo di Ceck) per portarsi avanti di due set.

Un tie-break che ha spostato l’equilibrio, anche e soprattutto sul piano mentale. Tranquillizzato dal doppio vantaggio, Thiem ha lasciato andare ancor più i colpi dettando legge dopo che l’azzurro ha ceduto il servizio nel secondo game del terzo (contro smorzata vincente dell’austriaco, dopo che sul 30-30 la palla corta era rimasta sulla racchetta dell’italiano). Un secondo break (a zero) ha consegnato il 4-0 all’austriaco, che ha ottenuto il 5-0 e poi ha staccato il pass per la finale, dopo aver cancellato anche due chance consecutive del 2-5.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background