Il sogno di ‘Ceck’  

Scritto da il 7 giugno 2018

Il sogno di 'Ceck'

(Afp)

Pubblicato il: 08/06/2018 13:01

Palermitano, 25 anni, ottavo italiano ad arrivare alla semifinale di uno Slam. Marco Cecchinato oggi, sul centrale del Roland Garros, tenterà l’impresa sfidando il numero 8 del mondo Dominic Thiem per un posto in finale. Il Ceck, fan da quando era bambino del tennista russo Marat Safin, inizia a giocare a tennis all’età di 7 anni insieme a suo zio. Nel 2013 vince per la prima volta un torneo Challenger a San Marino battendo in finale Filippo Volandri mentre due anni dopo, nel luglio 2015, entra nella classifica dei primi 100 del mondo posizionandosi 99esimo.

Nel 2016 viene squalificato per 18 mesi per presunte scommesse. La sospensione viene poi ridotta a 12 mesi ma il Collegio di garanzia del Coni, l’ultimo grado della giustizia sportiva, decreta l’estinzione del procedimento disciplinare a suo carico per un vizio di forma. Intanto continua a giocare e nel marzo 2017 vince il titolo di doppio al Challenger di Barletta in coppia con Matteo Donati. Ma è il 2018 il suo anno fortunato. Il 30 aprile vince a Budapest il suo primo torneo Atp sconfiggendo Andreas Seppi in semifinale e John Millman in finale.

A Monaco batte il n.1 d’Italia Fabio Fognini per poi avere la meglio sul rumeno Marius Copil, l’argentino Marco Trungelliti, lo spagnolo Pablo Carreno Busta, numero 11 del ranking mondiale e decima testa di serie, e il belga David Goffin, numero 9 Atp e ottavo favorito del seeding. Fino al suo capolavoro finale: imporsi sull’ex numero uno del mondo Novak Djokovic entrando così nella storia del tennis italiano. Erano 40 anni che un tennista italiano non raggiungeva la semifinale di uno Slam, dal lontano 1978, quando Corrado Barazzutti al Roland Garros perse 6-0 6-1 6-0 contro Bjorn Borg.

“Non riesco a capire dove mi trovo… è incredibile”, ha commentato al termine del match. Ora, a due giorni di distanza dalla straordinaria vittoria, è prevista la semifinale dove affronterà il numero 8 del ranking mondiale Dominic Thiem. Un match che potrebbe cambiare il corso della sua carriera anche se, dice l’azzurro, “adesso è bellissimo”. “Rifarei tutto – ha confessato emozionato – tanto lavoro, tanti sacrifici, tanta professionalità e ora ho raggiunto la semifinale al Roland Garros. Incredibile”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background