Trump lascerà G7 in anticipo  

Scritto da il 7 giugno 2018

Trump lascerà G7 in anticipo

Donald Trump (Afp)

Pubblicato il: 08/06/2018 11:16

Il presidente americano Donald Trump lascerà prima del previsto il vertice del G7 che si apre oggi in Canada. Ad annunciarlo è stata la Casa Bianca, precisando che Trump partirà sabato mattina – diverse ore prima della conclusione dei lavori – direttamente alla volta di Singapore, dove è il programma per il 12 giugno lo storico incontro con il leader nordcoreano Kim Jong Un. “Lo sherpa per il G7 e vice assistente del presidente per gli Affari economici internazionali Everett Eissenstat rappresenterà gli Stati Uniti alle restanti sessioni del G7”, ha precisato la portavoce Sarah Sanders in una dichiarazione. Trump non sarà presente alle sessioni dedicate al cambiamento climatico e all’ambiente.

L’annuncio della Casa Bianca è giunto al termine di un botta e risposta su Twitter con il presidente francese Emmanuel Macron e il premier canadese Justin Trudeau. “Per favore dite al primo ministro Trudeau e al presidente Macron che stanno imponendo agli Stati Uniti dazi massicci e stanno creando barriere non-monetarie. Il surplus commerciale dell’Ue con gli Stati Uniti è di 151 miliardi di dollari. Impaziente di vederli domani”, ha scritto il leader della Casa Bianca. Trump se l’è presa anche con Trudeau che ha definito “così indignato”, ma che, ha detto, non cita “il fatto che ci fanno pagare fino al 300% sui prodotti derivati dal latte -danneggiando i nostri agricoltori, uccidendo la nostra agricoltura!”.

“Il presidente americano – aveva scritto qualche ora prima su Twitter il presidente francese – potrebbe anche non preoccuparsi del fatto di essere isolato, ma neanche noi lo siamo davanti alla prospettiva di firmare un accordo a sei se questo sarà necessario. Perché questi sei paesi rappresentano dei valori, e rappresentano un mercato economico che ha dietro di sé il peso della storia e che ora è una vera forza internazionale”.

Fino al tardo pomeriggio di ieri Trump ha espresso dubbi ai propri consiglieri quanto all’opportunità di prendere parte ai lavori del G7, dove, ha detto – stando a quanto riferisce la Cnn citando fonti informate – si sarebbe trovato in minoranza su una serie di questioni, dal commercio al clima.

E nelle ore in cui si consumava la guerra dei tweet, sarebbe tornato all’attacco con i suoi avanzando l’idea di partecipare – se necessario esserci – ad una sola parte dei lavori. Di fronte a chi gli faceva osservare che decidere di non andare in Canada avrebbe mandato il segnale di una persona che si tira indietro rispetto ad una serie di battaglie iniziate con orgoglio, Trump avrebbe annunciato allora la decisione di esserci. Salvo lasciare i lavori in anticipo.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background