In Abruzzo primo centro dedicato a ibridi di lupo  

Scritto da il 11 giugno 2018

In Abruzzo primo centro dedicato a ibridi di lupo

Pubblicato il: 12/06/2018 16:13

Si trova a Penne in provincia di Pescara il primo centro faunistico autorizzato dall’ISPRA e dal ministero dell’Ambiente, dedicato ad alcuni esemplari di ibridi di lupo. Si tratta di sei esemplari trovati nella zona del parco nazionale del Gran Sasso e monti della Laga, “sotto il fogliame e senza nessuna tutela” spiega Federico Striglioni dell’ufficio gestione fauna selvatica parco del Gran Sasso e monti della Laga. “Per poterli proteggere abbiamo ritenuto opportuno chiedere una deroga al progetto Life Mirco Lupo, il quale consentirebbe la cattura momentanea, il radiocollaraggio e la sterilizzazione per la reintroduzione in natura, ma i cuccioli erano troppo piccoli sia per sterilizzarli, sia per apporre il collare gps”.

L’ibridazione è una problematica importante che grava sull’unicità del patrimonio genetico del lupo e l’efficacia della matrice predatoria, inoltre c’è il problema dei cani delle aziende zootecniche, “che spesso – come spiega Striglioni – vengono lasciati liberi, nelle ore notturne, di scorrazzare ed invadere il territorio del lupo diventando competitori predatori e nel peggiore dei casi partner per accoppiamenti”.

Fernando Difabrizio (responsabile del centro faunistico di Penne) descrive la situazione critica della gestione degli animali domestici, del bracconaggio e della totale mancanza di tutela, sia per i lupi, sia per gli ibridi. L’auspicio di Difabrizio sarebbe quello di arrivare ad un giro di vite per la tutela di tutta la fauna selvatica per consentire la giusta e necessaria convivenza tra animali selvatici e uomo.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background