Di Maio contro i raccomandati  

Scritto da il 19 giugno 2018

Di Maio contro i raccomandati

(Fotogramma)

Pubblicato il: 20/06/2018 07:55

Non un censimento dei rom ma dei raccomandati della pubblica amministrazione. Anche quelli che lavorano in Rai. Dopo aver preso le distanze dalle dichiarazioni del ministro dell’Interno Matteo Salvini sui rom, il vicepremier Luigi Di Maio, ospite di ‘Porta a Porta’, dichiara ‘guerra’ ai raccomandati. “Ci sono altri censimenti da fare” e sono “politici” – ha detto il leader del M5S nel salotto di Bruno Vespa – Ovvero, occorre censire “tutti i raccomandati che abbiamo nella pubblica amministrazione e anche quelli che sono in Rai. Dobbiamo ristabilire il principio della meritocrazia”.

Parole che, a pochi giorni dal rinnovo del cda Rai, hanno suscitato la dura reazione del Pd. “Schedare i dipendenti Rai? Mai si erano sentiti toni del genere, così intimidatori, anche contro i dipendenti della pubblica amministrazione. Ecco perché Luigi Di Maio ha tenuto la delega alle Comunicazioni. Come fa il presidente Fico a non prendere le distanze?”, ha commentato su Facebook il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi. “Di Maio è ossessionato dal controllo di Viale Mazzini e dalla lottizzazione delle poltrone – prosegue Anzaldi – le sue dichiarazioni umiliano tutti i dipendenti del servizio pubblico e sono l’ennesima gravissima intimidazione, dopo le minacce di epurare i direttori”.

L’AGENDA DI DI MAIO – Di Maio ha poi fatto riferimento ad alcune misure che intende attuare come ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico. “Ho incontrato il presidente Inps Boeri – ha spiegato – Voglio creare un fondo in cui far confluire il taglio vitalizi degli ex parlamentari e il taglio delle pensioni d’oro. Questo fondo lo destineremo ai pensionati minimi. E una questione di giustizia sociale”. Per quanto riguarda invece il reddito di cittadinanza, “dobbiamo accelerare – ha detto Di Maio -, spero di portarlo nella legge di bilancio a fine anno”. E ancora: “Stiamo lavorando a una modifica del Jobs Act per ridurre il numero dei rinnovi a tempo determinato”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background