Trump: “Bisogna riunire famiglie divise” 

Scritto da il 20 giugno 2018

Il dietrofront di Trump

(Afp)

Pubblicato il: 21/06/2018 07:47

Il presidente americano Donald Trump fa marcia indietro sulla politica della tolleranza zero contro i migranti irregolari e firma un decreto in cui si impegna a “mantenere le famiglie unite” nei centri di detenzione, ma non affronta la questione delle famiglie divise fino a ora (sono 2.342 i bambini separati dai genitori, dopo l’arresto di 2.206 adulti fra il 5 maggio e il 9 giugno). Trump ha spiegato di essere stato influenzato, nella sua decisione, dalle immagini dei bambini separati dai genitori arrestati per essere entrati negli Usa illegalmente e non ha nascosto che la moglie Melania e la figlia Ivanka “hanno un’opinione decisa” in merito. “Non mi piace vedere famiglie che vengono divise”, ha dichiarato Trump, con accanto il segretario alla giustizia Jeff Sessions e la segretaria per la sicurezza interna Kirstjen Nielsen, assicurando tuttavia il proseguimento della politica della tolleranza zero avviata dalla sua amministrazione.

Il Presidente americano ha quindi anticipato la sua intenzione di inserire la questione dei migranti dal confine con il Messico nei negoziati per la ridefinizione dell’accordo sul libero scambio del Nafta. “Il Messico non ferma le persone. Non lo accettiamo e inserirò la nostra richiesta nel Nafta”, ha detto a Duluth, nel Minnesota, prima di un comizio.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background