Forza Italia, ecco chi finanzia il partito  

Scritto da il 22 giugno 2018

Forza Italia, ecco chi finanzia il partito

(Fotogramma)

Pubblicato il: 23/06/2018 15:46

Con 100mila euro la ‘Finanziaria d’investimento Fininvest Spa’ con sede a Roma si conferma il principale ‘finanziatore’ di Forza Italia nel 2017. Spulciando l’ultimo bilancio di partito, quello chiuso il 31 dicembre dello scorso anno, si scopre, infatti, che tra le ”contribuzioni erogate in denaro pervenute dalle cosidette persone giuridiche” ancora una volta spicca l’obolo versato dall’azienda simbolo di Silvio Berlusconi. In totale ammonta a 320mila euro l’importo dei contributi di imprenditori e società. Un vero e proprio tesoretto in tempi di magra dopo l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti.

In lista anche la società romana ‘Ecofast Sistema srl’, specializzata in servizi di pulizia e disinfezione; la ‘Italcanditi spa’ di Pedrengo, azienda bergamasca produttrice di frutta candita e marrons glacés; la ‘L3 sas’ di Arezzo specializzata nel ramo assicurativo e la ‘Sanambiente service srl’, impresa di pulizie di Roma, che hanno sborsato a testa tutte la stessa cifra, 10mila euro. In particolare, saltano all’occhio 9 ‘donazioni’ di diversa entità (da 50mila a 20mila euro, perlopiù di 10mila euro), che però non hanno nome e sono contrassegnate da asterischi. Questi ‘finanziatori fantasma’ hanno portato nelle casse azzurre in tutto 180mila euro.

”Gli importi contrassegnati da asterischi si riferiscono a versamenti effettuati da soggetti che hanno negato il proprio consenso alla pubblicazione, ai sensi degli articoli 22 e 23 del codice in materia di protezione dei dati personali”, precisa nella relazione gestionale il tesoriere di Fi, il senatore Alfredo Messina.

NEL BILANCIO 2017 C’È ‘RIABILITAZIONE’ CAV – Nell’ultimo bilancio di Forza Italia spunta anche la ‘riabilitazione’ del Cav, ottenuta nel maggio scorso, che gli consente di ricandidarsi alle prossime elezioni recuperando la piena agibilità politica.

Nella sezione ‘Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio’ il tesoriere Messina ufficializza la data dell’accoglimento dell’istanza di riabilitazione da parte dei giudici milanesi che era uscita come indiscrezione di stampa: ”In data 11 maggio il Tribunale di sorveglianza di Milano – scrive il senatore azzurro, rieletto alle ultime politiche – ha accolto con una sua ordinanza l’istanza di ‘riabilitazione’ del presidente Berlusconi presentata dai suoi legali il 12 marzo scorso. Tale ordinanza, subito esecutiva – continua – dà finalmente il diritto al nostro presidente di presentare di nuovo la propria candidatura alle prossime elezioni”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background