Salvini in partenza per la Libia  

Scritto da il 22 giugno 2018

Salvini in partenza per la Libia

(Afp)

Pubblicato il: 23/06/2018 15:40

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, apprende l’AdnKronos, sarà a Tripoli presumibilmente già nella giornata di domani o al più tardi lunedì mattina per una serie di incontri al più alto livello con le autorità del governo libico sui temi dell’immigrazione e del sostegno italiano alla riorganizzazione delle forze di sicurezza libiche. Il ministro dell’Interno incontrerà la stampa lunedì alle 17.30 al Viminale ed è plausibile ipotizzare che in quella sede saranno illustrati i risultati della visita di Salvini in Libia.

Una visita “importante” per un’infinità di ragioni: perché per il ministro dell’Interno sarà la prima missione in Libia, perché è il primo vice presidente del Consiglio italiano a recarsi nel Paese in cui l’Italia ha un “ruolo storico”. Questo il commento di fonti a Tripoli sull’imminente arrivo di Salvini. L’obiettivo è riaffermare il ruolo dell’Italia a sostegno della Libia, del processo politico, della stabilità del Paese nel caos dalla fine nel 2011 dell’era Muammar Gheddafi, ma anche fare il punto e rilanciare la collaborazione nel settore del contrasto al traffico di esseri umani, nella lotta ai traffici illegali.

Salvini sarà a Tripoli dove lunedì mattina avrà una serie di incontri al più alto livello con le autorità del governo libico sui temi dell’immigrazione e del sostegno italiano alla riorganizzazione delle forze di sicurezza libiche.

La missione arriva dopo la conferenza di Parigi sulla Libia di fine maggio, dopo l’attacco alla mezzaluna petrolifera, dopo l’aggravamento del conflitto a Derna, solo per citare alcuni degli ultimi focolai. E non si può restare a guardare. L’obiettivo è quindi anche “rimettere sui binari giusti” il processo politico con al centro la roadmap dell’Onu.

“L’Italia – dicono le fonti a Tripoli interpellate da Aki – AdnKronos International – ha una responsabilità: deve aiutare la Libia perché la stabilità dell’Italia dipende anche dalla stabilità della Libia. Il traffico di esseri umani che si ripercuote sull’Italia non lascia scampo”.

Intanto le partenze continuano. In queste ore la Marina di Tripoli ha confermato di aver recuperato i corpi cinque migranti e di averne “soccorsi” altri 185 in due operazioni al largo della costa libica. L’instabilità fa il gioco dei trafficanti.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background