Il petrolio rianima le Borse, Milano +0,65%  

Scritto da il 26 giugno 2018

Europee miste in avvio, Milano giù (-0,53%) con finanziari

Pubblicato il: 27/06/2018 09:51

Avvio misto per le piazze finanziarie europee dopo la chiusura in calo della Borsa di Tokyo che ha terminato gli scambi con l’indice di riferimento in flessione dello 0,31% a 22.271,77 punti. Ieri Wall Street ha chiuso in progresso: il Dow Jones ha segnato 24.283 punti (+0,31%); lo S&P a 2.723 (+0,22%), il Nasdaq a 7.561 (+0,39%). Oggi attesa per alcuni dati macroeconomici, mentre dalla Gran Bretagna è arrivato l’indice nazionale dei prezzi delle case di giugno che è aumentato dello 0,5% a livello mensile (si confronta con +0,2% del mese precedente e batte il consensus che indicava +0,3%). A livello annuale l’incremento è del 2% (in calo da +2,4% del mese scorso ma oltre le stime che lo davano in aumento dell’1,7%). In calo invece la fiducia dei consumatori francesi che segna a giunto 97 punti, in calo dai 99 di maggio e peggio delle stime che lo davano a 100.

Si attende ora il livello di fiducia delle aziende italiane e quello dei consumatori. Dalla Bank of England è atteso l’intervendo del Governatore Carney oltre al rapporto sulla stabilità finanziaria. Diverse le indicazioni dagli Usa nel pomeriggio: i principali riguardano gli ordinativi per i beni durevoli, i contratti pendenti di vendita di abitazioni, la bilancia commerciale dei beni di maggio, le scorte di petrolio greggio.

Da parte delle Borse del Vecchio Continente un atteggiamento di prudenza in attesa di capire esattamente le conseguenze della introduzione dei dazi. Londra avanza alle 9.30 dello 0,15%; Madrid cede lo 0,24%; Parigi viaggia sotto la parità (-0,05%), Francoforte cede lo 0,46%. A Milano il Ftse Mib lascia sul terreno lo 0,53% a 21.305 punti, mentre l’All Share perde lo 0,57% a 23.507. Mentre sul fronte obbligazionario lo spread tra Btp e Bund tedeschi decennali cala a 255 punti base con un rendimento del 2,88%, i titoli finanziari cedono terreno: Ubi perde il 2,73%, Unipol -2,16%, Intesa Sp -1,61%, Unicredit +1,59%. La banca ha annunciato oggi che incrementerà la propria quota in Kepler Cheuvreux del 10,3%. Giù anche Leonardo (-1,8%) e Tim (-2,06%). Positivo il comparto dei petroliferi: brilla Saipem (+2,55%), Tenaris +1,96%, Eni +1,08%.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background