Sindaco Domodossola: “Separare bimbi da migranti durante vaccini”  

Scritto da il 26 giugno 2018

Sindaco Domodossola: Separare bimbi da migranti durante vaccini

(Fotogramma)

Pubblicato il: 27/06/2018 17:03

Separare i bambini dai migranti durante le vaccinazioni all’Asl. Dopo la richiesta del coprifuoco per i rifugiati, il sindaco di Domodossola Lucio Pizzi lancia una nuova proposta sui migranti presenti in città per evitare l'”uso promiscuo degli ambulatori per la somministrazione dei vaccini”. “Mi viene segnalato con preoccupazione che nello stesso locale vengono vaccinati migranti richiedenti protezione internazionale e bambini in tenerissima età – scrive Pizzi in una lettera indirizzata all’azienda sanitaria locale della provincia del Verbano-Cusio-Ossola – Purtroppo sappiamo che i migranti non hanno alle spalle anamnesi che possano escludere situazioni di pericolo per la collettività, anzi sono spesso portatori di malattie contagiose“.

“La situazione desta ancor più preoccupazione – aggiunge – perché i bambini in tenerissima età che si ritrovano a stretto contatto con i migranti non hanno ancora completato il ciclo dei vaccini obbligatori“. Da qui la richiesta di tenere lontani i bambini dai migranti durante le vaccinazioni rivolta al direttore dell’Asl locale. “Mi preme quindi chiederLe di rassicurarmi rispetto a quanto sopra esposto confidando che quanto segnalatomi non corrisponda a realtà. In caso contrario – ribadisce Pizzi – ritengo indispensabile che si provveda diversamente, organizzando il servizio in modo da evitare tali situazioni e da garantire prima di tutto la tutela dei nostri bambini e delle nostre famiglie”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background