Sanchez all’Italia: “No a retorica incendiaria”  

Scritto da il 27 giugno 2018

Sanchez all'Italia: No a retorica incendiaria

(Afp)

Pubblicato il: 28/06/2018 16:04

L’unilateralismo e “la retorica incendiaria di certi leader italiani” non sono la risposta giusta alla questione dei migranti, serve invece “una risposta condivisa ad una sfida condivisa”. A parlare è il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez in un’intervista concessa al Guardian, Le Monde e Frankfurter Allgemeine Zeitung, nel giorno in cui si apre a Bruxelles l’atteso summit Ue incentrato sui migranti.

“Penso che il governo italiano debba chiedersi se l’unilateralismo sia una risposta efficace a sfide globali come quella delle migrazioni”, afferma Sanchez, che si dice “in favore della cooperazione” e nota come sia “importante parlare al governo libico sul rafforzamento dei meccanismi di confine”. Il leader spagnolo non cita per nome il ministro dell’Interno Matteo Salvini, ma avverte che “per quanto possa essere effettiva in termini elettorali la retorica incendiaria di alcuni leader italiani, dal punto di vista di una risposta effettiva ad una crisi umanitaria come quella cui assistiamo nel Mediterraneo e sulla costa italiana non è questa la riposta”.

“La nostra filosofia deve essere che quando una piccola imbarcazione arriva sulle rive di Tarifa, Malta o Lesbo, sta arrivando in Europa, non in Spagna, Malta o Grecia”, afferma Sanchez. Il primo ministro spagnolo aggiunge che bisogna capire le realtà sociali in Germania, Italia, Grecia, Spagna e Francia, ma che allo stesso tempo “il punto fondamentale è che non si può avere una prospettiva unilaterale o nazionale quando c’è una sfida condivisa”. “Per questo – rimarca – chiedo una risposta condivisa ad una sfida condivisa”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background