Pellegrino: “Fininvest pronta per dimensione più internazionale”  

Scritto da il 29 giugno 2018

Pellegrino: Fininvest pronta per dimensione più internazionale

(Fotogramma)

Pubblicato il: 30/06/2018 16:10

“Focalizzarsi nel core business, fare sempre meglio le cose che sappiamo fare meglio, e guardare sempre più a una dimensione internazionale”. E’ la strategia del gruppo Fininvest illustrata dall’ad della holding Danilo Pellegrino oggi in un’intervista al ‘Sole 24 Ore’. Commentando i numeri della galassia Fininvest che vanta un bilancio di 600 milioni di utili, il manager dice: “Tutte le nostre attività sono in utile. Risultati ancor più significativi perché arrivano in un contesto di mercato terribile. La torta italiana della pubblicità, voce fondamentale, si è rimpicciolita del 30%: da 9 a 6 miliardi”.

“La tv generalista e gratuita – spiega – è il Dna di Mediaset. Nessuno nega il ruolo dei nuovi competitor, ma il successo dei Mondiali – osserva Pellegrino – conferma la validità delle scelte di Pier Silvio Berlusconi e Fedele Confalonieri, che stanno anche studiando un accordo paneuropeo“. Parlando del futuro della Mondadori, l’ad di Fininvest afferma: “Si guarda ai libri: dopo l’acquisizione della Rizzoli, la strategia di Marina prevede di crescere ulteriormente, e anche per ragioni antitrust non si può che pensare all’estero“.

A proposito di Vincent Bolloré, Pellegrino dichiara: “Pensavamo che Bolloré fosse un socio, e invece si è rivelato un ‘pirata’, come lo ebbe a definire l’allora presidente francese Hollande. Fininvest e Mediaset – ricorda – hanno fatto causa a Vivendi e pretendono un risarcimento: saranno i Tribunali a decidere. Noi siamo convinti di avere ragione perché la regola base degli affari è ‘pacta servanda sunt’: gli accordi – sottolinea – si rispettano”.

Infine, sul Milan l’ad di Fininvest dice al quotidiano: “Ho rispetto per Mister Li. Ora è nell’occhio del ciclone, e forse avrà fatto anche qualche scelta sbagliata. Ma non dimentichiamoci – osserva – che ha investito 1 miliardo nel Milan: soldi veri. Quanti presidenti di club possono fare altrettanto? Purtroppo, il calcio – conclude – è un mondo strano…”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background