Premi: a Valentina Gai e Paolo Vincenzoni il premio ‘Diventerò poeta’  

Scritto da il 1 luglio 2018

A Valentina Gai e Paolo Vincenzoni il premio 'Diventerò poeta'

Valentina Gai e Paolo Vincenzoni

Pubblicato il: 02/07/2018 15:18

L’ottavo giorno’ e ‘Attese‘: sono questi i titoli delle due poesie vincitrici del concorso ‘Diventerò poeta’ promosso da Fondazione Bracco e riservato agli studenti delle scuole superiori italiane. Il premio, indetto dal Comune di Recanati nell’ambito del Festival ‘Manifestare poesia’ in collaborazione con il Centro Studi Leopardiani e del Centro Mondiale di Poesia, è stato conferito ai due giovani poeti in erba Paolo Vincenzoni e Valentina Gai nel corso della prima giornata del Festival recanatese.

Prendersi una pausa dallo smartphone e dal computer e dedicarsi invece a scrivere una poesia: è questa la sfida che nell’epoca dei social media il riconoscimento ‘Diventerò Poeta’ ha lanciato ai giovani italiani. L’iniziativa, alla sua prima edizione, ha visto l’adesione di moltissimi ragazzi, con una prevalenza delle poetesse (65%) sui colleghi maschi (35%), le cui opere sono state esaminate da una giuria di specialisti, a cui è giunta una selezione di circa 100 testi dai 1.300 pervenuti da tutte le regioni d’Italia.

La giuria, presieduta da Rita Soccio, assessore alle Culture del Comune di Recanati e composta da Fabio Corvatta, presidente Centro Studi Leopardiani, Umberto Piersanti, direttore del Centro Mondiale della Poesia, Nicola Crocetti, direttore Poesia, Gabriella Dina, curatore editoriale, Alberto Mina, manager e filosofo, Patrizia Galeazzo, docente di lettere, Lorenzo Altieri, Speech writer, Moreno Gentili, direttore artistico del Festival ‘Manifestare Poesia’, ha decretato il seguente giudizio: “Nei lavori selezionati vi sono i dubbi e le incertezze di chi sente il passo verso l’età adulta, ma ciò che ha colpito la giuria è l’attenzione al mondo”.

“È stato per tutti – si legge ancora – come se questi ragazzi avessero già uno sguardo che va oltre: sono figli di un mondo grande, che non ha più i confini che aveva per le generazioni precedenti. E di questo mondo i ragazzi vedono le sofferenze, vedono le viscere aperte al sole, vedono i deserti e i nomadi, ma sono sorretti da una volontà positiva di cambiare lo stato delle cose. Sorprendentemente, per la generazione dei social, per i Millennials, la parola, così semplificata nella quotidianità, assume di nuovo un valore di riscatto: la parola è memoria, è tradizione, è capacità di ironia. Alla parola viene riconosciuta la potenza: la parola diventa capace di dare un nuovo inizio. Ecco, il valore poetico, davvero poetico, di questi testi, più o meno formalmente corretti, è insito nella ricerca di senso, di se stessi e del mondo, ma per una volta, intrecciati assieme”.

“Il Comune di Recanati, in occasione delle giornate dedicate a Giacomo Leopardi, quest’anno ha voluto aprire il Festival di Poesia ai giovani”, ha affermato Francesco Fiordomo, sindaco di Recanati. “Perciò, in collaborazione con Fondazione Bracco abbiamo indetto il Premio letterario ‘Diventerò Poeta’, riservato a tutti gli studenti delle scuole italiane. Siamo stati felici di ospitare a Recanati i due vincitori in occasione della premiazione, che ha avuto luogo nella suggestiva cornice del nostro storico Festival”.

“Da diversi anni il nostro progetto ‘Diventerò poeta’ sostiene i giovani nel loro percorso di studi e professionale con scholarship e premi di laurea nel campo della scienza e della ricerca”, ha affermato Diana Bracco, presidente di Fondazione Bracco. “Quest’anno abbiamo deciso di arricchire l’iniziativa con un premio dedicato alla poesia in omaggio alla cultura umanistica. Con il ‘Diventerò’ declinato per i poeti in erba vogliamo dare spazio alle emozioni dei giovani e al loro bisogno di esprimersi con il linguaggio eterno della lirica. In linea con la nostra tradizionale attenzione alle pari opportunità, abbiamo scelto di premiare un ragazzo e una ragazza. Inoltre, i dieci componimenti dei 5 migliori autrici e autori avranno l’onore di essere pubblicati sulla prestigiosa rivista ‘Poesia’ diretta da Nicola Crocetti”.

“L’edizione del Festival di quest’anno è stata particolarmente ricca di proposte”, ha affermato Moreno Gentili, direttore del Festival di Recanati. “Proposte che guardano alla cultura civile di questo Paese, rappresentata dai migliori Poeti contemporanei. In occasione della manifestazione, inoltre, ha aperto lo splendido Palazzo Comunale per la prima volta dopo il terremoto”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background