Super Lega, il no di Fidesz a Salvini  

Scritto da il 1 luglio 2018

Super Lega, il no di Fidesz a Salvini

(Fotogramma)

Pubblicato il: 02/07/2018 19:33

Fidesz, il partito nazionalista presieduto dal primo ministro ungherese Viktor Orban, “è membro apprezzato del gruppo del Ppe e non intende lasciarlo, come chiaramente affermato non molto tempo fa”. Così una portavoce di Fidesz nel Parlamento Europeo, interpellata dall’Adnkronos, commenta le dichiarazioni del leader della Lega Matteo Salvini a Pontida, a proposito della volontà di ‘strappare’ Orban ai Popolari, per attrarlo in un grande gruppo euroscettico. Il riferimento della portavoce è ad un discorso pronunciato da Orban il 16 giugno scorso, a Budapest, in memoria di Helmut Kohl.

La risposta dei vertici del Ppe al declino dei consensi subito dai suoi partiti, ha sostenuto Orban, è stata sbagliata, perché “ha creato un fronte popolare antipopulista”, includendovi altre forze anche di sinistra, cosa che a suo dire è “un errore, perché lancia un salvagente ad una sinistra che si sta rapidamente indebolendo”. Orban ha citato invece come modelli di successo l’Austria e l’Ungheria, che hanno “raccolto la sfida”, senza creare fronti popolari, ma “affrontando seriamente i problemi sollevati dai nuovi partiti e dando ad essi risposte responsabili”.

“Crediamo – ha aggiunto Orban – che sia arrivato il momento per un rinascimento cristiano democratico, non per un fronte popolare antipopulista. A differenza della politica liberale, quella cristiana difende i nostri popoli, le nostre nazioni, le nostre famiglie, la nostra cultura, radicata nel Cristianesimo e l’eguaglianza tra uomini e donne: in altre parole, un modo europeo di vivere”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background