Bper Banca: sostegno a Esautomotion in percorso quotazione in Borsa  

Scritto da il 2 luglio 2018

Esautomotion quotata in borsa con sostegno di Bper

Pubblicato il: 03/07/2018 13:54

Bper Banca ha svolto le funzioni di global coordinator e nominated advisor (nomad) per la quotazione in Borsa di Esautomotion, la holding operativa del Gruppo Esa, che ha sede legale a Milano e sede operativa a Campogalliano (Mo) ed è attivo nel settore della componentistica meccatronica ad alta precisione per macchine industriali. Lo comunica il gruppo bancario in una nota.

L’istituto ha guidato e accompagnato la società nel percorso verso la quotazione sul mercato Aim Italia, il segmento di Borsa Italiana dedicato alle Pmi. Esautomotion verrà ammessa alla quotazione in Borsa mercoledì 4 luglio, mentre la negoziazione delle azioni partirà venerdì 6 luglio. Nell’ambito della procedura di ammissione alle negoziazioni in Borsa Esautomotion è stata inoltre assistita dallo studio legale BonelliErede, deal counsel dell’operazione, da KPMG come auditor e da Starclex in qualità di consulente per la corporate governance.

Bper ha creato dal novembre 2017 un apposito Investment Banking Office, affidato a un team di operatori specializzati. Oltre ad accompagnare le società nella quotazione in Borsa, la banca può svolgere il ruolo di collocatore, offrendo strumenti finanziari a investitori istituzionali italiani e stranieri, oltre che a clienti privati. Può inoltre seguire operazioni sul mercato telematico azionario riservato alle imprese ad alti requisiti e a più alta crescita.

“Siamo particolarmente soddisfatti – commenta Davide Vellani, responsabile della Direzione Imprese e Corporate Finance di Bper Banca – di avere assistito per la prima volta una società nell’intero percorso verso la quotazione in Borsa. Bper, infatti, crede molto nella possibilità di offrire servizi evoluti nell’ambito dell’investment banking, cui ha dedicato numerose risorse, creando un ufficio specifico per questo tipo di attività. L’Istituto è inoltre in grado di seguire le imprese sia prima della quotazione, grazie alla dotazione di strumenti finanziari specifici sottoscrivibili in proprietà alla banca, sia dopo, garantendo aumenti di capitale od obbligazioni convertibili”, conclude Vellani.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background